• Rinaldi
  • Antonucci
  • Buzzatti
  • Cocchi
  • Boschetti
  • Mazzone
  • Rossetto
  • De Luca
  • Quaglia
  • Gelisio
  • Tassone
  • Falco
  • Santaniello
  • Grassotti
  • de Durante
  • Chelini
  • Coniglio
  • Quarta
  • Cacciatore
  • Napolitani
  • di Geso
  • Algeri
  • Califano
  • Bruzzone
  • Valorzi
  • Paleari
  • Gnudi
  • Baietti
  • Alemanno
  • Barnaba
  • Romano
  • Andreotti
  • De Leo
  • Crepet
  • Miraglia
  • Pasquino
  • Dalia
  • Bonetti
  • Meoli
  • Bonanni
  • Romano
  • Casciello
  • Carfagna
  • Leone
  • Ward
  • Ferrante
  • Catizone
  • Liguori
  • Scorza

Chi è Cecilia Sala: biografia, età, altezza, fidanzato, madre e padre

Letizia Liguori 23 Marzo 2022
L. L.
20/05/2022

Vista a Piazza Pulita in veste di giornalista, ecco chi è Cecilia Sala: biografia, età, altezza, peso, fisico, origini, genitori, madre, padre, fidanzato e vita privata.



La promessa del giornalismo italiano si occupa di attualità, svolge inchieste e reportage. Inviata in Ucraina, Afganistan, scrive su “Il Foglio” diretto da Claudio Cerasa e fondato da Giuliano Ferrara, la stragrande maggioranza del pubblico la considera la degna erede di Oriana Fallaci.

Classe 1995, giovanissima, ha lavorato sia in redazioni che come giornalista freelance e si occupa soprattutto di esteri, con una  particolare focalizzazione su paesi quali America Latina e Medio-Oriente.

É la voce, creatrice e ideatrice di un interessantissimo podcast su Spotify prodotto da Chora Media, dal titolo “Stories”, che racconta una storia dal mondo ogni giorno.

Ma a parlarci di lei non sarà solo il suo podcast, Cecilia Sala chi è oggi, quanti anni ha, dove vive, quali sono le sue origini, madre, padre, se è fidanzata, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Cecilia Sala: età, altezza, peso, fisico, origini, genitori, madre, padre, fidanzato e vita privata

Per mettere a fuoco la sua vita privata e sapere davvero chi è Cecilia Sala, Instagram, Facebook, Twitter, Spotify e LinkedIn ci aiuteranno innanzitutto a conoscere età, origini, dove vive, peso, altezza, se ha un fidanzato, famiglia e tutto quello che è possibile sapere sul suo conto.

Nata a Roma il 26 Luglio 1995 sotto il segno zodiacale del Leone. Il peso e l’altezza non sono disponibili.

La giornalista è bellissima oltre che talentuosa, ha occhi e capelli castani e labbra carnose.

Per lavoro si sposta spessissimo, sia all’estero che in Italia facendo la spola tra le grandi città, ma dal suo profilo Facebook desumiamo che vive a Roma.

Il cognome farebbe pensare che il padre di Cecilia Sala sia il sindaco di Milano, ma come è noto sappiamo che quest’ultimo non ha avuto figli.

Il profilo Instagram della giornalista è seguitissimo, attualmente vanta 333 mila followers. Condivide con i suoi fan la sua carriera giornalistica e lavorativa tenendoli aggiornati in merito alle notizie importanti di attualità in particolare dall’estero dove spesso si trova come inviata. Anche su Twitter è molto seguita, precisamente da quasi 53 mila followers.

Per quanto riguarda la sua vita privata e sentimentale non si conosce molto. Non è nota l’identità del fidanzato di Cecilia Sala, né tantomeno sappiamo se ne abbia uno, e neppure se ne abbia avuti. Non sappiamo dunque se sia impegnata ma probabilmente preferisce avere la sua privacy e che a far parlare di sé sia il suo lavoro da giornalista.

Formazione e titoli di studio della giornalista Sala

Nonostante sia nota per via delle sue apparizioni in programmi tv su La7, a Otto e mezzo, Le Parole di Gramellini e per il suo podcast, Cecilia Sala chi è oggi come giornalista, sono in pochi a saperlo. Cerchiamo di ripercorre in breve la sua carriera e formazione professionale.

Sin da ragazzina scriveva sul suo blog “cogito ergo sum Leone”, si è diplomata presso il Liceo Scientifico Cavour, dove è stata rappresentante d’istituto.

Prende parte al documentario del 2011 diretto da Marco Canestrari, dal titolo “19 Luglio 1992: Una Strage Di Stato”, nel cast anche Marco Travaglio.

Già durante gli studi inizia a collaborare come inviata e reporter, scrive su DUDE Mag, collabora con Vice Italia (2015) e poi nel programma televisivo e radiofonico d’approfondimento politico “Servizio Pubblico” con Michele Santoro e infine su La7 (2016). Redazioni e programmi utili per approfondire e migliorare le proprie competenze e il proprio bagaglio.

Sin dai 14 anni si fa notare in piazza, parlando contro la mafia. Le prime apparizioni televisive risalgono al 2013, a soli diciotto anni, a Piazzapulita di Corrado Formigli e al 2014 Announo, il talk show generazionale del cui cast fisso faceva parte, appena maggiorenne, proprio insieme alla cantante Elettra Lamborghini.

Reportage, podcast e servizi giornalistici, chi è Cecilia Sala giornalista

Dagli esordi sul blog, alla televisione sino al Tg1 e alla apparizioni in programmi televisivi come opinionista, chi è Cecilia Sala oggi è sicuramente la sua carriera e il curriculum ricco di importanti riconoscimenti, in progetti importanti a raccontarcelo. Conosciamola meglio e scopriamo insieme quali sono i suoi lavori.

Nel corso degli anni, dal 2018 in poi aumenta le collaborazioni e i lavori con varie testate italiane. Diventa autrice di reportage e si specializza in politica estera, in particolare nei Paesi dell’America Latina e in Medio Oriente, ha scritto prevalentemente per Wired, Vanity Fair e L’Espresso.

Tra il 2019 e il 2020 scrive per Il Foglio e Will Media. Lavora poi per circa un anno nella redazione di Otto e Mezzo su La7.

Nel settembre 2021 appare al Tg1 come giornalista freelance, inviata in Afganistan, racconta cosa succede da Mazar-i Sharif, quarta maggiore città afghana. Nel 2022 prima inviata italiana in Ucraina, attraverso podcast ogni giorno ha raccontato la vita sotto le bombe. Con lo smartphone intervista, fotografa e registra i cittadini che scappano dalla guerra. Dando così vita ad una nuova frontiera del giornalismo.

Per Huffington Post Italia, ha creato insieme a Chiara Lalli il podcast Polvere. Si tratta di 8 puntate dedicate al caso dell’omicidio di Marta Russo. In breve tempo ha successo, è tra i più ascoltati in Italia, supera in pochi mesi i 200 mila download. Quest’inchiesta il 25 maggio 2021 diventa anche un libro, “Polvere, Il Caso Marta Russo“, edito da Mondadori.

Nello stesso anno produce e conduce insieme a Guido Canali, una rassegna stampa live, tramite la piattaforma Clubhouse. Nasce così “Fuori dalla Bolla”. Esperimento inedito fino a quel momento in Italia e che ad aprile 2021 si è trasferito su Twitter Spaces.

Anagrafica Principale
Nata a Roma il 26 Luglio 1995 sotto il segno zodiacale del Leone. É la voce, creatrice e ideatrice di podcast su Spotify prodotto da Chora Media, dal titolo "Stories". Promessa del giornalismo italiano, si occupa di attualità, svolge inchieste e reportage. Inviata in Ucraina, Afganistan, scrive su "Il Foglio". Ha pubblicato un libro insieme a Chiara Lalli dal titolo "Polvere, Il Caso Marta Russo", edito da Mondadori nel maggio 2021.
Nome e CognomeCecilia Sala
Data di nascita26/07/1995
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneGiornalista
Anagrafica Principale
Nata a Roma il 26 Luglio 1995 sotto il segno zodiacale del Leone. É la voce, creatrice e ideatrice di podcast su Spotify prodotto da Chora Media, dal titolo "Stories". Promessa del giornalismo italiano, si occupa di attualità, svolge inchieste e reportage. Inviata in Ucraina, Afganistan, scrive su "Il Foglio". Ha pubblicato un libro insieme a Chiara Lalli dal titolo "Polvere, Il Caso Marta Russo", edito da Mondadori nel maggio 2021.
Nome e CognomeCecilia Sala
Data di nascita26/07/1995
Luogo di nascitaRoma
ProfessioneGiornalista
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Letizia Liguori Sono una studentessa di Lettere Moderne. Ho scelto questa facoltà per la mia passione più grande: la scrittura. Credo nel potere delle parole per cambiare il mondo, perché queste hanno una forza innata. Nel corso della mia vita, la scrittura è stata uno strumento di evasione: mi ha consolato nei momenti difficili e aiutato quando necessitavo di un consiglio. Maturando ho capito la sua importanza: raccontare idee che smuovano le coscienze. Le mie giornate da adolescente sono state influenzate dalle storie dei deboli di De Andrè, della poesia fatta canzone di Guccini, dal cinema con regia cristallina di Sorrentino e dalla lettura dei classici. Grazie alla lettura riesco ad allontanarmi dalla realtà presente ricercando un altrove nelle epoche passate. Credo che le parole siano un mezzo importante per conoscere sé stessi e gli altri, i vocaboli sono sempre stati la mia difesa, la mia ancora di salvezza. Il mio obiettivo è quello di impiegarli per rendere edotto ed informato il lettore lasciandogli una traccia, un punto di vista, seppur rivolto ad un unico e singolo individuo. Leggi tutto