• Tassone
  • Andreotti
  • Casciello
  • Algeri
  • Napolitani
  • Pasquino
  • Carfagna
  • Quarta
  • Romano
  • Grassotti
  • Coniglio
  • Falco
  • Baietti
  • Valorzi
  • Cocchi
  • Gelisio
  • Miraglia
  • Boschetti
  • Ferrante
  • Barnaba
  • Quaglia
  • Catizone
  • Liguori
  • Bonetti
  • Leone
  • Mazzone
  • Chelini
  • Dalia
  • Paleari
  • Romano
  • Buzzatti
  • Crepet
  • De Leo
  • De Luca
  • Bonanni
  • Bruzzone
  • Meoli
  • Cacciatore
  • Scorza
  • Califano
  • di Geso
  • Gnudi
  • Rinaldi
  • Alemanno
  • Santaniello
  • Ward
  • Rossetto

Chi è Simona Bonafé: età, altezza, compagno e curriculum

Antonella Acernese 7 Giugno 2021
A. A.
25/09/2021

Parlamentare europeo, chi è Simona Bonafé: biografia, curriculum età, altezza, ex marito, figli e vita privata della politica del Partito Democratico e giornalista italiana.



Laureata in Scienze Politiche all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Eurodeputata per il PD e Segretario Regionale del PD della Toscana.

Dal 2004 al 2013 è assessore all’ambiente del comune di Scandicci. Dal 2007 è iscritta all’albo dei giornalisti pubblicisti della Toscana e lavora per i quotidiani Corriere di Firenze ed Europa.

Nel 2014 è eletta deputato del Partito Democratico al Parlamento Europeo, riconfermata poi nel 2019. Risulta la candidata più votata in tutta Italia per numero di preferenze ottenute in una singola circoscrizione.

Il 14 ottobre del 2018 è eletta, attraverso le primarie, segretaria regionale del Partito Democratico in Toscana.

L’11 Settembre 2019 diviene vicepresidente del gruppo dei Socialisti & Democratici al Parlamento europeo. E’ membro della Commissione Ambiente, Sanità pubblica e Sicurezza alimentare (ENVI) e membro sostituto della Commissione Industria, Ricerca ed Energia.

Per l’impegno in tale Commissione riceve il premio Mep Awards 2016, un importante e prestigioso riconoscimento come europarlamentare dell’anno per la categoria Ambiente.

Presente spesso nei programmi di attualità politica come Zona Bianca, Dritto e Rovescio, insieme a politici e professionisti rinomati come Annamaria Bernardini De Pace.

Ma a parlarci di lei non sarà solo il suo ruolo nel parlamento europeo, Simona Bonafé chi è oggi, quanti anni ha, con chi è sposata, compagno, figli e titolo di studio, sarà la sua biografia a rivelarcelo.

Chi è Simona Bonafé: biografia, curriculum vitae, età, compagno, vita privata, contatti e Instagram

Per scrivere una biografia e sapere chi è Simona Bonafé, Instagram, Facebook, Twitter, interviste e curriculum ci saranno utili per scoprire innanzitutto età, origini, vita privata, ex marito, figli e laurea.

Nata a Varese il 12 Luglio 1973, sotto il segno zodiacale del Cancro. Della sua famiglia non si sa molto. I genitori erano commercianti di calzature e abbigliamento sportivo. Da piccola era solita aiutarli al mercato della sua città. Da loro afferma di aver ereditato la dedizione al lavoro e al sacrificio.

Ha una sorella e due nipoti, Viola e Diego, con i quali ama passare il suo tempo libero nella casa familiare, vicino al lago di Varese. Non conosciamo il suo peso né la sua altezza. Donna dal fisico asciutto e di bell’aspetto. Elegante nel portamento e semplice nel look, sempre sobrio e mai eccessivo.

Afferma difatti che non le piace avere gli occhi addosso. Scarpe da tennis, jeans e camicia sono gli abiti che più spesso indossa, senza tacchi nè gonne. Curata nelle singole apparizioni, con capelli mori ondulati alle spalle, un filo d’oro al collo e un leggero velo di trucco sul viso.

Il profilo Instagram di Simona Bonafé è abbastanza attivo, seguito da circa 11 mila follower, con i quali condivide le visite al Parlamento europeo, progetti e sfide ecologiche, ma anche scatti tratti dalla quotidianità: uno dei più recenti ritrae la donna mentre sforna una teglia di pizza fatta in casa. Molto attivi sono anche i profili Facebook e Twitter, sui quali condivide slogan del PD e sue attività politiche.

La politica frequenta l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, iscritta alla facoltà di Scienze Politiche. Si trasferisce a Firenze, a Scandicci, dove inizia a lavorare come giornalista.

Sulla sua vita privata non si sa molto. Non conosciamo l’identità del compagno di Simona Bonafé, ma sappiamo che non ha figli, in un’intervista ha affermato che le manca per ora essere diventata madre. Un gossip lanciato dal giornale Dagospia nel 2017, dichiarava che la politica avesse preso una cotta per un ministro importante, rimasto tuttavia nell’anonimato.

Da giornalista Bonafé eurodeputata del parlamento europeo

Molti la conoscono come una fedele amica e collaboratrice di Matteo Renzi, Simona Bonafè chi è oggi però, lo deve alla sua lungimirante attività politica, nel parlamento italiano ed europeo. Ma ripercorriamo insieme le fasi del suo percorso.

Dopo essersi laureata in Scienze Politiche, si trasferisce a Firenze, a Scandicci, dove collabora con testate giornalistiche diverse, quali “Europa”, per cui cura la pagina di approfondimento dedicata alla Toscana, e “Il Corriere di Firenze”. Nel 2007 si iscrive all’ Ordine dei Giornalisti pubblicisti della Toscana.

Inizia la sua carriera politica nel 2002, iscrivendosi alla Margherita di Francesco Rutelli. L’anno seguente diviene membro dell’esecutivo fiorentino, poi della Direzione provinciale e infine dell’Assemblea federale. A partire dal 2004 ricopre il ruolo di assessore all’Ambiente del comune di Scandicci. Il mandato le è stato riconfermato nel 2009 fino al 2013.

In occasione delle primarie per il centro-sinistra, nel 2012, coordina la campagna elettorale di Matteo Renzi, al fianco di Maria Elena Boschi e Sara Biagiotti. Nelle elezioni politiche del 2013 si candida per il Partito Democratico ed è eletta deputata alla camera nella circoscrizione Lombardia 2. Abbandona così la carica di assessore a Scandicci.

Il 19 marzo dello stesso anno si iscrive ufficialmente al gruppo parlamentare del Pd, mentre il 7 maggio viene nominata componente della VII Commissione (Cultura, Scienza e Istruzione). Il 13 gennaio del 2014 abbandona la VII Commissione ed entra nella X (Attività Produttive, Commercio e Turismo).

Nel 2014 è eletta nella circoscrizione Italia Centrale che comprende le regioni di Toscana, Marche, Umbria e Lazio. Risulta la candidata più votata in tutta Italia per numero di preferenze.

Il 14 ottobre del 2018 è eletta, attraverso le elezioni primarie, segretaria regionale del Partito Democratico in Toscana, vincendo le primarie con il 63,2% dei voti.

Nel 2019, alle elezioni europee viene ricandidata di nuovo come capolista per il PD nella circoscrizione Italia centrale, e risulta prima degli eletti. L’11 settembre 2019 diventa vicepresidente del gruppo dei Socialisti & Democratici al Parlamento europeo.

Decide di non candidarsi al governo della Toscana, per mantenere l’impegno preso in Europa.

Programmi e interviste, Simona Bonafé, chi è in TV

Non solo come europarlamentare per il PD, Simona Bonafè chi è oggi, lo deve anche alle sue apparizioni in televisioni, in programmi di approfondimento politico.

Presente spesso nei talk politici, come L’Aria che tira, dove recentemente si è espressa sulla confusione generata dagli esperti in tv, che hanno diffuso dati allarmistici e fuorvianti, rispetto alle indicazioni del Ministero della Salute.

In prima serata su Rete 4, nel programma Zona Bianca, insieme ad altri ospiti, ha discusso su temi importanti, quali i provvedimenti del governo e il percorso relativo alle riaperture e allo slittamento del coprifuoco.

La donna è inoltre molto attiva sul fronte delle sfide ecologiche da raggiungere. E’ relatrice dei provvedimenti sui sacchetti di plastica, risoluzione “Strategia della plastica“, regolamento “Riduzione gas ad effetto serra nei settori del trasporto, delle costruzioni, dei rifiuti, e della piccola industria”, risoluzione “Procedure di autorizzazione dei pesticidi nell’UE”.

Fa parte della Delegazione Parlamentare per le relazioni con la Repubblica Popolare Cinese. Ricopre il ruolo di co-presidente all’interno dell’Intergruppo “Investimenti sostenibili e di lungo termine e industria europea competitiva”.

Anagrafica Principale
Nata a Varese il 12 Luglio 1973. Laureata in Scienze Politiche all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2004 al 2013 è assessore all'ambiente del comune di Scandicci. Dal 2007 è iscritta all'albo dei giornalisti pubblicisti della Toscana. Nel 2014 è eletta deputato del Partito Democratico al Parlamento Europeo. Il 14 ottobre del 2018 è eletta, attraverso le primarie, segretaria regionale del Partito Democratico in Toscana. L'11 Settembre 2019 diviene vicepresidente del gruppo dei Socialisti & Democratici al Parlamento europeo.
Nome e CognomeSimona Bonafé
Data di nascita12/07/1973
Luogo di nascitavarese
Professionegiornalista, politica
Anagrafica Principale
Nata a Varese il 12 Luglio 1973. Laureata in Scienze Politiche all'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Dal 2004 al 2013 è assessore all'ambiente del comune di Scandicci. Dal 2007 è iscritta all'albo dei giornalisti pubblicisti della Toscana. Nel 2014 è eletta deputato del Partito Democratico al Parlamento Europeo. Il 14 ottobre del 2018 è eletta, attraverso le primarie, segretaria regionale del Partito Democratico in Toscana. L'11 Settembre 2019 diviene vicepresidente del gruppo dei Socialisti & Democratici al Parlamento europeo.
Nome e CognomeSimona Bonafé
Data di nascita12/07/1973
Luogo di nascitavarese
Professionegiornalista, politica
© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Antonella Acernese Studentessa di Lettere Moderne alla Federico II di Napoli. Sono cresciuta a contatto con libri d'ogni genere, sviluppando amore verso le lettere e il potere della loro combinazione. Ho iniziato a collaborare con testate giornalistiche e scrivendo su blog, sin da giovanissima,. L'obiettivo di affermarmi nel mondo lavorativo, in qualità di giornalista, è la mia più grande motivazione . Fortemente affascinata dall'essere attiva sul campo e vigile nello sguardo nei confronti della realtà. Mi appassionano i dettagli, i retroscena, la possibilità di scoprire antefatti e di non arrestarsi mai, in tale ricerca. La dedizione nella ricerca costante dei dettagli è alla base della rubrica di Attualità che curo: "Le biografie dei personaggi". Curiosità, fatti e i loro mondi da scoprire, mi affascinano e mi stimolano nell'addentrarmi in essi e narrarli. Dico da sempre e senza remore, di essere nata per scrivere, per fondere insieme questa mia passione alla volontà di contribuire ad un servizio pubblico, ad informare e far conoscere. Scrittura pulita, chiara e rispettosa, un plain language, è ciò a cui miro nella stesura degli articoli, affinché cronaca e notizie possano essere consumate da tutti, senza alcun ostacolo di chiarezza. Leggi tutto