• Tassone
  • Barnaba
  • Casciello
  • Valorzi
  • de Durante
  • Catizone
  • Quarta
  • Buzzatti
  • Pasquino
  • Rinaldi
  • Ferrante
  • De Luca
  • Falco
  • Gnudi
  • De Leo
  • Scorza
  • Meoli
  • Cocchi
  • Bruzzone
  • Algeri
  • Grassotti
  • Cacciatore
  • Ward
  • di Geso
  • Gelisio
  • Mazzone
  • Romano
  • Rossetto
  • Andreotti
  • Coniglio
  • Antonucci
  • Carfagna
  • Paleari
  • Califano
  • Liguori
  • Santaniello
  • Dalia
  • Romano
  • Miraglia
  • Chelini
  • Boschetti
  • Bonanni
  • Baietti
  • Quaglia
  • Crepet
  • Alemanno
  • Napolitani
  • Bonetti
  • Leone

Quattordicesima 2022: a chi spetta, quando viene pagata o arriva

Flavia de Durante 8 Giugno 2022
F. d. D.
05/07/2022

Quando arriva e a chi spetta la quattordicesima 2022, quanto si prende la 14esima e cosa stabilisce l'INPS per pensionati e dipendenti su quanto e quando viene pagata.



Per molti lavoratori, durante l’estate c’è la possibilità di ottenere una stipendio in più. Si tratta di una condizione particolarmente vantaggiosa, se pensiamo alle numerose spese ed esigenze che insogrgono proprio nei mesi più caldi. Le vacanze, i saldi, eventi e più frequenti feste spingono quindi a chiedersi quando arriva la quattordicesima, a chi spetta? Quando si prende la 14° nel 2022?

Parliamo dell’erogazione di uno stipendio retribuzione aggiuntivo: si tratta, in sostanza, di un compenso corrisposto nel corso dell’anno con frequenza superiore a quella dell’ordinario periodo di paga. Quando viene pagata la 14esima?

Solitamente, quest’aggiunta è prevista per i dipendenti all’inizio del periodo estivo e, in particolare nell’intervallo compreso tra giugno e fine luglio; più comunemente nota come “gratifica estiva”, serve da supporto alle spese straordinarie che accompagnano i dipendenti in tempi di vacanza. 

Qualora il rapporto di lavoro si sia regolarmente protratto per i 12 mesi di maturazione, l’ammontare della mensilità aggiuntiva è generalmente pari ad una mensilità di stipendio normale. In caso, invece, il lavoratore non abbia prestato la sua attività per l’intero anno di maturazione, l’ammontare sarà riproporzionato in base alla data di assunzione; l’importo della somma sarà, quindi, a tanti dodicesimi quanti sono i mesi di durata del rapporto di lavoro.

Ma la quattordicesima è obbligatoria? Come sapere se spetta?

C’è un importante aspetto da sottolineare: a differenza della tredicesima (che spetta per legge a tutti i lavoratori dipendenti), la gratifica estiva non è sempre obbligatoria! Spetta, infatti, soltanto a determinate categorie di lavoratori. In alcuni casi, tuttavia, può concederla autonomamente il datore.

Vediamo nel dettaglio i requisiti 14esima mensilità, chi ne ha diritto, quando e come viene erogata e come si calcola?

A chi spetta la quattordicesima 2022: chi ne ha diritto e differenza tra 14esima e 13esima mensilità

Quando viene pagata la quattordicesima 2022 in busta paga? Facciamo chiarezza si data di pagamento, importi e a chi spetta. La mensilità in questione è il diritto per un lavoratore o pensionato di ricevere uno stipendio o un assegno pensione in più, oltre alla tredicesima mensilità.

Nota come “gratifica estiva” o “feriale”, questa mensilità si eroga all’inizio di Luglio. Al contrario della tredicesima, però, l’erogazione della 14esima non è obbligatoria: è prevista solo in alcuni settori, e dipende strettamente dal contratto collettivo di riferimento.

Infatti, a differenza della tredicesima, la 14esima mensilità ha una platea più ristretta di beneficiari; la prima spetta a tutti, per obbligo di legge è prevista in ogni settore lavoratori; indipendentemente dalla durata del contratto, quindi, la tredicesima spetta sia i lavoratori a tempo determinato che quelli a tempo indeterminato .

All’opposto, l’importo della quattordicesima dipendenti 2022 è previsto solo per i lavoratori di determinati settori; viene, di norma, elargito esclusivamente se appositamente previsto nel contratto tra le parti. Inoltre, non ha valore legale!

Generalmente, la si prevede per i lavoratori appartenenti ai settori chimico, alimentare, autotrasporti e logistica; nonché ai lavoratori del settore pulizie, terziario, commercio e turismo.

Per coloro cui spetta, la gratifica feriale viene calcolata con un sistema simile a quello per la tredicesima. Tutte e due le aggiunte maturano nel periodo in cui il lavoratore effettua la propria prestazione salvo beneficiarne, in un’unica soluzione, in un secondo momento.

E per le pensioni? Ottime novità quest’anno. Grazie al nuovo Bonus una tantum, poi, ci saranno 200 euro in più a disposizione, a partire dal 1° Luglio 2022, per i pensionati che otterranno un aumento sulla quattordicesima mensilità, erogata regolarmente.

Quando viene pagata la 14esima mensilità e a chi

Quando arriva in busta paga la quattordicesima mensilità, quando viene pagata? La data di pagamento della gratifica feriale cade nel mese di Luglio.

Non possono beneficiare della gratifica in questione i dipendenti pubblici; si tratta, infatti, di un’agevolazione esclusiva per i dipendenti del settore privato. Inoltre, non è rivolta neanche a tutti i contratti di quest’ultimo settore, ma solamente ad alcuni.

A chi spetta con certezza? Come anticipato, ai lavoratori contrattualizzati con:

  • settore terziario, commercio e turismo;
  • Ccnl alimentare;
  • settore chimica;
  • Ccnl pulizie e multiservizi;
  • settore autotrasporti e logistica.

Non ne hanno diritto, invece, i lavoratori domestici, come ad esempio colf e badanti, i metalmeccanici; neanche i bancari e i lavoratori del tessile. Nei settori dove non è riconosciuta, però, è bene ricordare che, spesso, la 14esima è sostituita da beni di produzione.

Inoltre, di frequente i datori di lavoro decidono di corrispondere la mensilità aggiuntiva anche se non prevista dal Ccnl, qualora esista un accordo con il dipendente sulla base del contratto individuale.

Calcolo quattordicesima 2022: come si calcola

Come si calcola la mensilità aggiuntiva?  La 14esima è generalmente corrisposta nei mesi estivi al lavoratore dipendente del settore privato.

Si tratta, infatti, di una mensilità differita, con il lavoratore che ne matura una parte in ogni mese dell’anno, salvo poi riceverla in un’unica soluzione nella busta paga di giugno o in quella di luglio. Quest’ultimo aspetto dipende strettamente da ciò che è previsto nel contratto lavorativo.

La mensilità aggiuntiva corrisponde in media a 1/12 della retribuzione lorda annuale; ma solamente per chi nel periodo di riferimento può vantare 12 mesi lavorati.

La formula che si può applicare sempre, quindi, è: retribuzione lorda mensile X n. mesi lavorati / 12

In sintesi, bisogna moltiplicare il numero di mesi lavorati tra l’1 luglio dell’anno precedente e il 30 giugno dell’anno corrente per ottenere la retribuzione lorda mensile; a quel punto, bisogna dividere la cifra ottenuta per 12, ed ecco ottenuto il calcolo della 14esima!

Da tenere ben a mente un aspetto: compreso formula e come fare, ricordate che perché un mese lavorativo rientri nel calcolo della quattordicesima, occorre che in quel mese il lavoratore abbia avuto un contratto di almeno 15 giorni.

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto