Quattordicesima pensionati 2020: quando arriva e calcolo 14 esima

Carmela Sansone 24 Giugno 2020

Data pagamento e calcolo Quattordicesima pensionati 2020: quando arriva e viene pagata la 14 esima mensilità di luglio, come si calcola gli importi, quali sono i requisiti per il pagamento e a chi spetta e quali sono i redditi inps da considerare.

La quattordicesima, detta anche, gratifica feriale, come il 2018 e 2019, anche per il 2020 è prevista per alcune categorie di pensionati: quando arriva il pagamento della mensilità di Luglio?

Come calcolare l’importo? Quali sono i requisiti e i redditi inps da considerare per poter ottenere la quattordicesima pensionati 2020? Ecco una guida su tutto ciò che c’è da sapere per ottenere la gratifica feriale sulla pensione.

Innanzitutto c’è da dire che non spetta a tutti quelli che percepiscono la pensione di anzianità, ma solo a coloro che rientrano in certi limiti di reddito e in alcune categorie stabilite dall’Inps.

Ciò che vale per tutti, è la data di pagamento e di esigibilità, che è la stessa sia per chi ha un conto alle poste, sia per chi lo abbia in banca. La quattordicesima mensilità del mese di Luglio sarà pagata direttamente dall’INPS e sarà pagata insieme al cedolino delle pensione del mese. Ma a quanto ammonta? L’importo più alto, spetta, ovviamente, a chi rientra in certi requisiti di reddito: al ribasso o al rialzo di questo, l’entità della 14 esima mensilità di luglio varia notevolemente.

Una precisazione, prima di passare alla guida completa della quattordicesima dipendenti 2020 va fatta. Per ottenere la 14 esima mensilità di luglio, detta anche gratifica feriale, che spetta anche a certe categorie di dipendenti lavoratori, non occorre fare nessuna domanda specifica. I pensionati che rientrano nei limiti di reddito imposti dall’inps e che hanno tutti i requisiti, avranno il pagamento d’ufficio direttamente sul proprio conto, senza fare alcuna richiesta. Scendiamo, quindi, nei dettagli dei requisiti per la 14esima ai pensionati 2020, a chi spetta, quando arriva di preciso e come si calcola l’importo.

Quando arriva la quattordicesima pensionati 2020 e a chi spetta: requisiti INPS e guida completa

Iniziamo la nostra guida completa alla quattordicesima pensionati 2020, rispondendo ad alcune domande frequenti: quando arriva l’accredito? A chi spetta e quali sono i requisiti stabiliti dall’Inps? Dunque, i requisiti dettatti dall’Istituto previdenziale sono, essenzialmente, due. Il primo riguarda l’età: è necessario che il titolare della pensione abbia almeno 64 anni di età. L’altro, è un limite reddituale: occorre che il reddito complessivo individuale rientri in un massimo di duevolte il trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, ovvero che sia fino ad un massimo 13.391,82 euro nel 2020.

In pratica, tutti coloro che appartengono a una delle gestioni dell’Ago o sue sostitutive, esclusive ed esonerative. La gratifica feriale arriverà solo a certe categorie: chi percepisce una di anzianità, vecchiaia, invalidità o anticipata, o chi è titolare di pensione di reversibilità. La data di accredito del fatidico importo dovrebbe essere il prossimo 1° Luglio 2020, sia per chi disponde di un conto aperto presso le poste, che hanno ben resistito all’urto covid 19, sia per chi è cliente delle varie banche stanziate sul territorio.

Calcolo 14esima mensilità: come si calcola la mensilità luglio

Vediamo, dunque, come si fa il calcolo dell’importo della 14 esima mensilità di luglio. L’operazione da fare non è molto difficile, ma occorre stare attenti e avere a disposizione le informazioni necessarie. L’importo dipende, infatti, da alcuni parametri: reddito annuale, anni di contributi versati in età lavorativa, tipo di pensionato (Autonomo o dipendente). Per quel che riguarda il reddito, va preso in considerazione quello posseduto e dichiarato dal soffetto nell’anno 2020, se è il primo anno che il pensionato percepisce la 14 esima mensilità. Se, invece, non è la prima volta, vanno considerati i redditi 2020 per cui vige l’obbligo di comunicazione al Casellario centrale dei pensionati (in base al decreto n. 1388 del 31 dicembre 1971, e sue modifiche) e gli altri del 2019.

Gli importi per chi ha un reddito fino a 10.043 euro sono i seguenti. Chi abbia fino a 15 anni di contributi (18 per lavoratori autonomi), avrà 437 euro. Per chi abbia da 15 a 25 anni contributivi (da 18 a 28 per autonomi), 546 euro. Chi ne abbia oltre 25 (28 autonomi), arriva a 655 euro. I titolari di un reddito fino a 13.391, 82 euro, avranno un trattamento diverso. Fino a 15 anni contributivi (18 per lavoratori autonomi) è di 336 euro. Da 15 a 25 anni (da 18 a 28 per autonomi), di 420 euro. Oltre i 25 anni lavorativi (28 autonomi) , di 504 euro.

In sintesi:

  • Per ottenere la 14esima mensilità pensionati, non occorre fare nessuna domanda.
  • I requisiti sono: 64 anni di età e limite reddituale massimo di 13.391,82 euro.
  • L’accredito, che sia su conte poste o banche, dovrebbe arrivare entro il 1° Luglio, salvo comunicazioni diverse.
  • L’importo dipende dagli anni contributivi versati in età lavorativa e rispecchia il seguente specchietto.
  • Con reddito fino a 10.043 euro:  437 euro, con 15 anni di contributi (18 autonomi). 546 euro con 15-25 anni di contributi (28 per autonomi). 655 euro con più di 25 o 28.
  • Con reddito fino a 13.391: 336 euro, con 15 anni di contributi (o 18 autonomi). 420 euro con 15-25 anni contributivi (28 autonomi). 504 euro con più di 25 o 28 anni di lavoro.
© Riproduzione Riservata
avatar Carmela Sansone Laureata con lode in Lettere moderne e Filologia moderna presso l'Università degli studi di Salerno. Sono appassionata di letteratura, storia e giornalismo e molto dedita alla lettura. Mi piacciono le opere tradizionali della letteratura italiana, ma non rifuggo dai grandi classici (e non) del canone straniero. Sono un'aspirante docente, ma protendo anche verso il mondo delle Risorse Umane, da cui sono molto affascinata e in cui mi piacerebbe fare qualche esperienza. Sono molto creativa, ottimista e ligia ai miei doveri, ma non sopporto la slealtà e le omissioni. Tra le mie passioni, sicuramente rientra la tecnologia, ecco perché amo trattare di questa tematica all'interno dei miei articoli: tutto ciò che è progresso e avanguardia ben fatta mi attira. Allo stesso modo, sono appassionata di cucina ed è perciò che, nei miei scritti, amo affrontare le sfumature del settore, gli abbinamenti possibili e quelli più insoliti, ma anche vini, dessert e golosità di ogni genere. Ultima nota: amo i bambini, l'essenza sana di questo mondo, cui sono molto legata. Leggi tutto