• Crepet
  • Catizone
  • Tassone
  • Boschetti
  • Napolitani
  • Santaniello
  • de Durante
  • Quarta
  • De Leo
  • Romano
  • Bruzzone
  • Meoli
  • Chelini
  • Leone
  • Casciello
  • Falco
  • Antonucci
  • Ward
  • Valorzi
  • Baietti
  • Scorza
  • Liguori
  • Gnudi
  • Ferrante
  • Paleari
  • De Luca
  • Romano
  • Cocchi
  • Califano
  • Quaglia
  • Barnaba
  • di Geso
  • Mazzone
  • Gelisio
  • Rinaldi
  • Dalia
  • Alemanno
  • Rossetto
  • Andreotti
  • Miraglia
  • Coniglio
  • Bonanni
  • Buzzatti
  • Bonetti
  • Algeri
  • Carfagna
  • Cacciatore
  • Pasquino
  • Grassotti

Come preparare il bambino per la scuola materna dal primo giorno

Flavia de Durante 1 Settembre 2022
F. d. D.
06/10/2022

Schede, attività e giochi e inserimento, ecco come preparare il bambino per la scuola materna, dal primo giorno si asilo ai consigli per l'intero anno all'infanzia.



Settembre è mese di cambiamenti, di inizi, di nuove avventure. Per molti piccoli studenti si apriranno le porte della scuola per la prima volta. Il primo giorno di asilo porta con sé tanta emozione sia per il bambino che per i genitori.

Innanzitutto è bene sapere che la scuola dell’infanzia, solitamente, prevede un periodo di inserimento realizzato da direttori e maestre appositamente per coinvolgere gradualmente il bambino e la sua famiglia. Questa fase non è assolutamente da sottovalutare! Infatti, per iniziare bene il percorso scolastico, il piccolo deve abituarsi lentamente: non solo ad un nuovo ambiente, ma anche a nuovi adulti di riferimento. Nonché per evitare il distaccamento brusco dalla mamma dal bambino.

Potrebbe non essere facile, quindi, per alcuni bimbi, inserirsi rapidamente in questo nuovo contesto. Serve la collaborazione di genitori e docenti per fare sì che si crei un’atmosfera serena e rilassata.

In più, per quanto sia difficile e doloroso per bambini e famiglie, è davvero importante che i piccoli frequentino questo ambiente. Così come riportato dal Miur, si tratta di una parentesi necessaria allo sviluppo psico-motorio del piccolo, alla sua socializzazione, alla sua autonomia.

Ad offrirci utili consigli sul come preparare il bambino per la scuola materna dall’inserimento al primo giorno di asilo, l’insegnante e dirigente scolastico MariaGiovanna Falco.

Come preparare il bambino per la scuola materna dal primo giorno, inserimento e inizio asilo: genitori

Per capire come preparare il bambino per la scuola materna dal primo giorno, è fondamentale comprendere che serve pazienza e calma dei genitori. Mamme e papà hanno, infatti, un ruolo fondamentale nell’inserimento dei figli all’asilo.

“Con la scuola dell’infanzia i bambini intraprenderanno un percorso importante per la loro crescita. Apprenderanno nuove regole di socialità e nuove autonomie che saranno la base del loro futuro. E’ importante che questo nuovo inizio venga vissuto con serenità.”- Ci fa sapere la maestra MariaGiovanna Falco -.

“Al bambino, per la prima volta, viene richiesto un grande sforzo emotivo, fisico e psicologico! Deve riuscire a dare fiducia a nuove persone adulte. Condividere spazi, giochi e tempi con i pari. Lasciare mamma e papà per un posto nuovo, abituarsi a trascorrere parte della giornata senza di loro.”– Continua l’insegnate.-

“È un passaggio delicato e fondamentale nella vita di un bambino, ma, per quel che mi riguarda, credo che lo sia ancor di più per un genitore, in particolare per una mamma. Il vero cammino è proprio quello di mamma e papà che combattono. Sono divisi fra il desiderio di scegliere il meglio per il proprio bambino e la paura di un distacco che può apparire come un trauma.”

“Da qualche anno mi sono convinta che è molto più importante accompagnare e lavorare con i genitori, piuttosto che con il bambino stesso. Infondere tranquillità, ispirare fiducia. Spendere del tempo perché possano comprendere un po’ più a fondo le fasi di questo momento così delicato.

“Ogni mamma vorrebbe sentirsi dire che andrà tutto bene e che sarà semplice e indolore…aimè, non può essere così. È doloroso, faticoso e non poco costoso in termini emotivi e fisici. Due parole chiave per sapere come preparare il bambino per la scuola materna: PAZIENZA e TEMPO.”- consiglia la Falco.-

Cosa insegnare al bambino che deve andare all’asilo

Come per ogni nuovo inizio, anche per l’asilo è importante sapere come preparare il bambino affinché viva il passaggio nel modo più sereno possibile. Come fare? E’ importante insegnare ai piccoli alcune abitudini prima dell’inizio dell’anno scolastico.

“Come preparare il bambino per la scuola materna dal primo giorno? Esistono alcuni modi.  – Ci fa sapere l’insegnate Falco – Innanzitutto, solitamente, tra il momento dell’iscrizione e l’inizio  effettivo della frequentazione passa un bel po’. E’ importante che le famiglie approfittino di questo tempo! Ad esempio, si può iniziare ad abituare il piccolo ai nuovi orari. Più il bambino sarà pronto ai cambiamenti e più facilmente potrà adattarsi. Genitori, cercate di insegnare ai vostri figli a svegliarsi già all’orario che sarà di routine al momento della frequentazione a scuola.”- Consiglia la dirigente scolastica.-

“Un altro consiglio per aiutare l’inserimento del piccolo all’asilo è quello di spiegargli le basi della nuova avventura che sta per iniziare. Serve parlare con lui, ascoltarlo e condividere i pensieri. Potrebbe essere utile anche gironzolare intorno all’asilo prima di iniziare! Mostrare la struttura può essere utile per abituare il bambino all’idea che presto passerà le sue giornate lì. Raccontategli che giocherà con con altri bimbi, che si divertirà.”

“E’ necessario, inoltre, creare delle abitudini, scandite da piccoli avvenimenti che passo dopo passo regolano i momenti antecedenti all’entrata alla scuola. Può essere qualsiasi cosa! L’essenziale è che sia coinvolgente, delicata e dolce. Grazie a questo schema giocoso il bambino acquisisce sicurezza. Saprà perfettamente cosa accade prima della famigerata entrata all’asilo.”- Ammette, concludendo, Giovanna Falco.

Come preparare il bambino per la scuola materna al distacco con mamma e papà

Oltre ai consigli utili per sapere come preparare il bambino per la scuola materna dal primo giorno, è necessario evitare l’impatto psicologico negativo sul figlio. Quali, come accennato, il distaccamento madre-figlio.

Di fatti, è indispensabile che il piccolo si lasci accompagnare nella scuola da figure di riferimento differenti da mamme e papà. Parliamo dei maestri, dei collaboratori scolastici, dei dirigenti. Tutti devono conquistare la fiducia del bambino al fine di lasciargli affrontare serenamente il momento della lontananza da casa, dai genitori, dagli ambienti “sicuri”. La scuola e l’intero personale hanno, dunque, un ruolo decisivo nell’inserimento dei piccoli.

Il periodo di ambientamento, da questo punto di vista, può rivelarsi la carta vincente. Vivere l’ambiente scolastico con nuovi adulti e i propri genitori è estremamente rassicurante. Ovviamente, la capacità di adattarsi è soggettiva: varierà da bambino a bambino. Ma, in linea di massima, con un periodo di inserimento antecedente al vero ingresso a scuola si possono ottenere ottimi risultati.

Le maestre devono mostrarsi accoglienti, dolci, affettuose. Dedicare un po’ di tempo ad ogni nuovo piccolo alunno è indispensabile. Basteranno poche semplici azioni per conquistare il cuore dei piccoli: aiutarli, ad esempio, a scegliere un gioco; intervenire per aiutarli a mangiare quella cosa a cui non sono abituati. Esserci, occuparsi di loro, curarsi delle loro esigenze anche senza mamme e papà: i bambini si aspettano e desiderano questo.

Esercizi per preparare il bambino per la scuola materna dal primo giorno

Per ciò che riguarda, invece, i genitori, esistono dei piccoli “esercizi” che la famiglia può fare per abituarsi all’idea del nuovo inizio:

  • preparare tutti insieme (bambino compreso) lo zainetto per la scuola;
  • acquistare tutti insieme (bambino compreso) i nuovi materiali scolastici, lasciando al piccolo studente libertà di scelta;
  • parlare apertamente della scuola anche prima che inizi;
  • rassicurare il piccolo in ogni momento di difficoltà o sconforto;
  • non fare in modo che l’ansia del genitore si riversi sul bambino che, assorbendola, rischierebbe di vivere la nuova realtà con timore e paura;
  • mostrarsi calmi e sereni, consapevoli che la scuola è un luogo positivo e divertente.

Infine come consiglia la maestra Falco, occorre pazienza. “Pazienza nell’accogliere pianti e piccoli “ricatti”. Pazienza di fronte ai capricci e ai bisogni che sembreranno raddoppiati. Pazienza soprattutto nell’attendere che i tempi siano maturi, che le lacrime diventino sorrisi e ogni equilibrio sia ristabilito. Solo il tempo dà le risposte desiderate.”

© Riproduzione Riservata
© Riproduzione Riservata
Flavia de Durante Laureata in Lettere Moderne con il massimo dei voti all'Università degli studi di Salerno. Da sempre amante della lettura, mi diletto a scrivere sin dalla prima adolescenza. Mi interessa esplorare il mondo circostante in tutte le sue sfumature ed in particolare l'animo umano e i rapporti interpersonali. I temi che maggiormente mi interessano sono quelli legati alla cultura, alla storia, al costume, all'ambiente, all'attualità. Vedo nel settore del giornalismo non solo la possibilità di trasmettere dati ed informazioni, ma anche una grande opportunità di acquisire nuove e varie conoscenze. La curiosità e la voglia di sapere sono i motori principali che mi hanno spinto a intraprendere questo percorso. Leggi tutto