• Google+
  • Commenta
24 marzo 2012

Mai più allergici alle uova? Le ricerche arrivano dall’Australia

Le uova: ottimo alimento ricco di proteine soprattutto nell’albume. E’ forse per questo che dei ricercatori australiani hanno deciso di utilizzarle per i vaccini?

Il bianco dell’uovo contiene circa 40 proteine,tra queste alcune risultano essere allergeniche e alcuni studiosi di Melbourne stanno cercando di isolarle per poi disattivarle cosi da produrre galline le cui uova non causino allergie.

Lo scopo di questi ricercatori? quello di produrre galline che depongano uova non allergeniche semplicemente modificando le proteine dell’albume. Questa ricerca risulta essere fondamentale per tutti quelli che sono allergici alle proteine dell’ uovo e che possono soffrire di : nausea, vomito, orticaria, difficoltà respiratorie fino ad arrivare nei casi più gravi, ad uno shock anafilattico.L’allergia all’uovo è più frequente nei bambini piuttosto che negli adulti: pare infatti che tra lo 0.6% e l’1.6% dei bambini fino a 3 anni manifesta questo problema.

 

Le proteine che causano questa allergia sono nello specifico ovomucoide, ovoalbumina, ovotransferrina, lisozima e ovomucina che, pur essendo contenute specialmente nel bianco dell’uovo, vanno a contaminare anche il rosso di fatto impedendone l’assimilazione, la digestione e dunque provocando problemi.Non sembra ma i cibi contenenti le uova sono molteplici quindi serve molta attenzione, vanno dunque evitati i prodotti da forno, i biscotti, le torte, i gelati alle creme, la pasta all’uovo etc.

Quello che gli studiosi vogliono sottolineare è che la loro ricerca non è finalizzata alla modificazioni delle galline, permetterebbe solo a molti adulti e bambini di mangiare le uova con tranquillità. Inoltre il professor Suphioglu sostenendo la sua ricerca sottolinea l’importanza che ha questa allergia per i neogenitori che somministrano le uova ai neonati solo nei vicinanze di un ospedale, cosi da ricevere subito assistenza nel caso di brutti effetti collaterali.

 

 

 

 

 



© Riproduzione Riservata

I commenti sono chiusi.