• Google+
  • Commenta
23 marzo 2014

Iva 2014: istruzioni, scadenze, soggetti e novità Iva 22



Per tutti noi, sia che si tratti di professionisti che di semplici acquirenti, è diventato indispensabile conoscere tutte le novità, le scadenze, gli adempimenti e tutti coloro che sono soggetti all’Iva.

Cos’è l’Iva

L’Iva, acronimo di Imposta Valore Aggiunto, è un’imposta applicata sul valore aggiunto di ogni fase della produzione, scambio di beni e servizi. Nel corso degli anni l’Iva è aumentata diverse volte; con la legge di Stabilità il 1º ottobre 2013 è avvenuto l’aumento di un ulteriore punto percentuale e l’IVA ha raggiunto il 22%.

Chi è soggetto all’Iva

La dichiarazione Iva 2014, relativa all’anno d’imposta 2013, deve essere presentata sia dai contribuenti tenuti alla presentazione di tale dichiarazione in via autonoma, sia dai contribuenti obbligati a comprendere la dichiarazione annuale IVA nel modello Unico 2014.

I soggetti che presentano la dichiarazione IVA in via autonoma sono i seguenti:

  • le società di capitali e gli enti soggetti ad IRES con periodo d’imposta non coincidente con l’anno solare nonché i soggetti, diversi dalle persone fisiche, con periodo d’imposta chiuso in data anteriore al 31 dicembre 2013;

  • le società controllanti e controllate, che partecipano alla liquidazione dell’Iva di gruppo ai sensi dell’art. 73, anche per periodi inferiori all’anno;

  • i soggetti risultanti da operazioni straordinarie o da altre trasformazioni sostanziali soggettive tenuti a comprendere nella propria dichiarazione annuale il modulo relativo alle operazioni dei soggetti fusi, incorporati, trasformati, ecc., qualora quest’ultimi abbiano partecipato durante l’anno alla procedura della liquidazione dell’IVA di gruppo;

  • i curatori fallimentari e i commissari liquidatori, per le dichiarazioni da questi presentate per conto dei soggetti falliti o sottoposti a procedura di liquidazione coatta amministrativa, per ogni periodo d’imposta fino alla chiusura delle rispettive procedure concorsuali;

  • i soggetti non residenti che si avvalgono di un rappresentante fiscale tenuto a presentare la dichiarazione IVA per loro conto;

  • i soggetti non residenti identificati direttamente;

  • particolari soggetti (ad es., i venditori “porta a porta”), qualora non siano tenuti alla presentazione della dichiarazione unificata, in quanto titolari di redditi per i quali non sussiste l’obbligo di presentazione della dichiarazione dei redditi;

  • i soggetti risultanti da operazioni straordinarie o da altre trasformazioni sostanziali soggettive, avvenute nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2014 e la data di presentazione della dichiarazione relativa al 2013, tenuti a presentare tale dichiarazione annuale per conto dei soggetti estinti a seguito della operazione intervenuta;

  • i soggetti che intendono utilizzare in compensazione ovvero chiedere a rimborso il credito d’imposta risultante dalla dichiarazione annuale;

  • i soggetti che presentano la dichiarazione entro il mese di febbraio al fine di poter usufruire dell’esonero dalla presentazione della comunicazione annuale dati IVA.

Scadenze e modalità dichiarazione Iva 2014

La dichiarazione Iva 2014 va presentata esclusivamente in via telematica; la dichiarazione, inoltre, può essere trasmessa direttamente con Entratel, qualora sussista l’obbligo di presentare la dichiarazione dei sostituti d’imposta – Mod. 770 semplificato o ordinario – in relazione ad un numero di soggetti superiori a 20, con Fisconline qualora sussista l’obbligo di presentare la dichiarazione dei sostituti d’imposta in relazione ad un numero di soggetti non superiore a 20, o attraverso intermediari abilitati.

I termini di consegna riguardano il periodo tra il 1 febbraio e il 30 settembre 2014 nel caso in cui il contribuente sia tenuto alla presentazione in via autonoma, e il 30 settembre 2014 nel caso in cui il contribuente sia tenuto a comprendere la dichiarazione Iva nella dichiarazione unificata

Novità Dichiarazione Iva 2014:

  • QUADRO VL: nella sezione 2, riga VL8, è stato inserito il campo 2 denominato “di cui credito chiesto a rimborso in anni precedenti computabile in detrazione a seguito di diniego dell’ufficio”. Il nuovo campo è riservato ai soggetti partecipanti alla procedura di liquidazione dell’IVA di gruppo;

  • QUADRO VF: la sezione 1 è stata implementata con l’introduzione della riga VF12 riservato all’indicazione delle operazioni con aliquota al 22% in vigore dal 1 ottobre 2013. Nella sezione 1, riga VF20, è stato eliminato il campo riservato all’esposizione degli acquisti registrati nell’anno ma con imposta differita ad anni successivi;

  • QUADRO VO: nella sezione 1, rigo VO10, è stata prevista una nuova casella a seguito dell’ingresso della Croazia nell’Unione europea, a partire dal 1° luglio 2013.

  • QUADRO VE: la sezione 2 è stata implementata con l’introduzione della riga VE23 riservata all’indicazione delle operazioni con aliquota al 22% in vigore dal 1 ottobre 2013. Nella sezione 4, riga VE36, è stato eliminato il campo riservato all’esposizione delle operazioni ad esigibilità differita.

Per avere maggiori informazioni a riguardo dell’Iva, abbiamo fatto alcune domande al professor Paolo Piciocchi, esperto di Economia e docente di Economia e Gestione delle Imprese presso l’Università degli Studi di Salerno.

Professor Piciocchi, per chi ha intenzione di dar vita ad una società o creare un’attività, ogni quanto tempo è necessario presentare la dichiarazione Iva?

“Ogni soggetto Iva è tenuto a presentare dichiarazione entro il 30 settembre dell’anno successivo all’annualità di imposta: per esempio, la dichiarazione Iva per l’annualità 2014 va presentata il 30 settembre 2015. Qualche considerazione va fatta per attività con volume d’affari esiguo e/o molto basso: in questi casi, il titolare di partita Iva è esentato dall’obbligo di presentazione della dichiarazione secondo l’iter ordinario, regolarizzando la propria posizione attraverso il modello unico. Tale semplificazione ricorda un po’ il regime del “de minimis”, vigente nel recente passato”.

In merito alle aliquote, è previsto un aumento? E quali sono?

“Come tutti sanno, è recente l’incremento dell’aliquota Iva al 22%. Tale aliquota è definita ordinaria in quanto prevalente; esistono, infatti, alcune transazioni merceologiche al 4% (pane, pasta, farina, formaggi, latte, ecc..) e al 10% (somministrazione di alimenti e bevande, carni, pesce ecc.).

Certamente, per ragioni di opportunità politica ma soprattutto economica, non sono previsti aumenti dell’aliquota ordinaria, già penalizzante gli scambi ed i consumi. Qualche ipotesi, invece, è plausibile circa adeguamenti per i regimi al 4% e 10%: in particolare, per alcune merceologie, come i formaggi, spesso ad elevato prezzo di tipicità me assoggettati al 4%, il legislatore potrebbe far rientrare tali prodotti nell’aliquota al 10%. Trattasi, ovviamente, di ipotesi, nulla di sicuro.”

Visti i repentini cambiamenti ai vertici della politica, c’è da aspettarsi ulteriori cambiamenti in merito all’Iva? Se si, quali?

“Augurandoci sempre stabilità nei cicli di alternaza politica al governo, credo che nessun schieramento pensi di intervenire ulteriormente sulle aliquote Iva, già, come si diceva, onerose e penaòlizzanti gli scambi ed i consumi. Perseverare in incrementi e/o adeguamenti in aliquote maggiori, è certamente impopolare e critico. Il recupero della competitività delle imprese, la ripresa dei consumi, la stabilità e lo sviluppo economici non possono passare per ulteriori aggravi fiscali e di tassazione.

Vista la recente manovra che ha portato l’Iva dal 21% al 22%, è inverosimile a breve una rivisitazione in diminuzione dell’aliquota ordinaria. Purtroppo, viste anche le dinamiche economiche e finanziarie ancora incerte, una diminuzione dell’Iva, seppur auspicabile, non è nell’orizzonte di politica economica di breve/medio termine..” 


© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy