• Google+
  • Commenta
15 gennaio 2004

Studenti fuori sede ed assistenza sanitaria

La salute è un bene primario, e tutti hanno il diritto e il dovere di preservarla. A volte una attenta prevenzione è sufficiente ad evitare piccoli
La salute è un bene primario, e tutti hanno il diritto e il dovere di preservarla. A volte una attenta prevenzione è sufficiente ad evitare piccoli e medi acciacchi. Il periodo invernale, ormai iniziato, è caratterizzato, però, da freddo, piogge e dal diffondersi di esotici virus: chiunque, anche il più sano ed attento, rischia di buscarsi un’influenza o, quantomeno, un raffreddore, necessitando, quindi, di assistenza sanitaria. Ma come fare quando il proprio medico curante è distante centinaia di chilometri, condizione, questa, comune a tutti gli studenti fuori sede? Non tutti sono a conoscenza dell’iter da seguire. Controcampus, come sempre recettivo verso ogni istanza che riguarda la popolazione studentesca, prova a dare una risposta a questi interrogativi. Abbiamo, pertanto, incontrato il professor Francesco Di Geronimo, Assessore alla Cultura del Comune di Fisciano, impegnato come pochi nel consolidamento del rapporto Studenti-Università-Territorio.

Stare lontano da casa presenta, sicuramente, i suoi lati positivi. L’esperienza di “vivere da soli” consegna una importante maturazione e determina una forte responsabilizzazione, sebbene, per uno studente, l’autonomia sia limitata da una indipendenza economica non ancora raggiunta. A questo fa da contro altare una lapalissiana disagevolezza dovuta al temporaneo allontanamento da tutto ciò che è stata la consuetudine. Alcune condizioni sono quasi impossibili da replicare (come il calore e il sostegno dati dalla presenza diretta della propria famiglia); è possibile, invece, surrogarne altre. Tra queste ultime rientra, necessariamente, la fruizione dei servizi primari, garantiti a tutti ed in ogni luogo, come l’assistenza sanitaria. Ci auguriamo di sbagliarci, ma chi non ha avuto o avrà mai bisogno di un medico? Chi non ha avuto o avrà mai bisogno della prescrizione di un farmaco? Mossi da queste convinzioni, ci siamo rivolti all’Assessore alla Cultura del Comune di Fisciano, professor Francesco Di Geronimo, al fine di ottenere delucidazioni su questo argomento.
Può uno studente fuori sede beneficiare in loco dell’assistenza sanitaria?
Fortunatamente il Servizio Sanitario Nazionale non è stato ancora abolito o privatizzato sul modello U.S.A., dove per ottenere assistenza è necessario avere una costosissima assicurazione privata. Nel nostro Paese tutti, anche se in misure diverse a seconda del reddito, possono usufruire dell’assistenza sanitaria pubblica. Ogni beneficiario possiede un libretto rilasciato dalla Azienda Sanitaria di appartenenza. Tale libretto ha validità su tutto il territorio nazionale.
E’, quindi, possibile usufruire anche del medico curante?
Certo. Basta recarsi a Mercato San Severino, alla Azienda Sanitaria Locale e fare la richiesta all’apposito ufficio. Tale richiesta prevede una autocertificazione (sulla base delle legge Bassanini) in cui si dichiara di essere temporaneamente domiciliati nella zona di competenza del Distretto Sanitario 99 della ASL Salerno 2. Sarà, poi, possibile scegliersi il medico curante, aspettando che l’iter burocratico previsto abbia compimento.
Altrimenti…
Altrimenti, qualora ci fossero dei problemi, invito tutti gli studenti a darne comunicazione all’Associazione Controcampus (con sede presso l’Università di Salerno, di fronte all’aula 1 di Giurisprudenza ndr), in modo che tali situazioni mi vengano, poi, riferite. Io stesso, quale rappresentante della Giunta comunale di Fisciano, mi interesserò presso l’ASL, affinché non vengano calpestati i diritti di nessuno. Come Amministrazione del Comune che ospita l’Università, abbiamo il dovere di tutelare questi ragazzi che, sebbene non residenti, sentiamo nostri concittadini a tutti gli effetti. Volevo, inoltre, approfittare dell’occasione per augurare un Buon Natale e un Felice 2004 a tutti gli studenti, al personale docente e al personale non docente dell’Università degli Studi di Salerno, e a tutti i lettori di Controcampus.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy