• Google+
  • Commenta
13 giugno 2005

Show all’italiana

Il poker d’assi italiano è completo all’ordine d’arrivo del Moto GP del Mugello: Rossi, Biaggi, Capirossi, Melandri. Non succedeva dal lontano set

Il poker d’assi italiano è completo all’ordine d’arrivo del Moto GP del Mugello: Rossi, Biaggi, Capirossi, Melandri. Non succedeva dal lontano settembre ’68 quando a Monza Agostini anticipò Pasolini, Bergamonti e Pagani. Una vittoria strepitosa festeggiata in casa da quattro funamboli delle due ruote, davanti a migliaia di fan impazziti per i quattro assi d’Italia, quattro ragazzi che hanno fatto emozionare anche i milioni di spettatori che han seguito davanti agli schermi di casa questa epica impresa. Potremmo parlare benissimo di migliore gara stagionale per tutti e quattro: Melandri ha recuperato posizioni con sorpassi assurdi e al limite delle leggi della fisica, Capirossi ha difeso con i denti la terza piazza, Biaggi ha lottato e ci ha creduto fino all’ultima curva, Vale è stato il solito alieno che ha massacrato il gran premio. Una folla in festa quindi a fine gara, per una gioia tutta tricolore che fa bene al mondo delle 2 ruote motorizzate, e che conferma la supremazia italiana nel Moto GP di questi anni, e del “laureato” Dottor Rossi che ormai ha 49 punti di gap sul secondo in classifica generale che è Melandri; terzo Biaggi a 53 lunghezze da Vale.
In 250 purtroppo giornata amara per i piloti nostrani, ma un piazzamento al terzo posto è di De Angelis, pilota della Repubblica di San Marino; secondo Lorenzo e primo Pedrosa, che è in testa anche alla classifica iridata con 21 punti sull’italiano Dovizioso.
Nella quarto di litro, quarta piazza per Pasini della scuderia “Totti”, anticipato da Olive, Luthi e dal vincitore Talmacsi. In classifica mondiale primo lo svizzero Luthi, seguito a 8 punti dal finlandese Kallio e a 12 da Talmacsi. Gli italiani sono in quarta e quinta posizione, ovvero Pasini e Lai rispettivamente a -15 e -17.

Google+
© Riproduzione Riservata