• Google+
  • Commenta
21 luglio 2005

Reportage delGFF sull’atrofia muscolare spinale

Sarà presentato domani, venerdì 22 luglio, nell’Arena Alberto Sordi del Giffoni Film Festival, il reportage “In Fondo agli occhi” che racconta le storSarà presentato domani, venerdì 22 luglio, nell’Arena Alberto Sordi del Giffoni Film Festival, il reportage “In Fondo agli occhi” che racconta le storie di dolore e speranza dei bambini affetti dall’atrofia muscolare spinale Werdnig – Hoffmann. Girato dalla troupe del GFF, diretta da Manlio K Castagna, promosso dall’Associazione Aura, in collaborazione con l’ASL Salerno 2, la Fondazione “Federica” e il contributo della Vivisol, il video sarà presentato come evento speciale della kermesse, per testimoniare il forte impegno nel sociale del Giffoni Festival.
Il video racconta le storie di dolore dei bambini ricoverati nel reparto di Rianimazione Pediatrica dell’Ospedale Santa Maria della Speranza di Battipaglia, diretto dal dott. Raffaele D’Amato, affetti dalla rarissima patologia Werning-Hoffmann che li costringe a rimanere immobili e a poter muovere solo gli occhi. Non esistono attualmente terapie specifiche per curare questa rarissima malattia. Il reparto diretto dal dottor Raffaele D’Amato è un centro all’avanguardia, basti pensare che recentemente è stato realizzato un delicatissimo intervento di tracheotomia chirurgica – il primo in Italia – ad un bambino di cinque mesi affetto da sindrome Werdnig – Hoffmann. La tecnica consiste nell’introduzione nella trachea di una sonda collegata ad un ventilatore esterno che immette ossigeno nei polmoni – per evitare la deformazione della gabbia toracica – e permette che il paziente sia seguito a domicilio da un’equipe specializzata.
Il reportage “In fondo agli occhi” è la testimonianza di questo dolore: “Tanti sono i bambini – ha sottolineato Alfonsina Novellino, presidente dell’Associazione Aura – che non possono vivere la propria infanzia come tutti gli altri. Bisogna parlare di questa malattia, scuotere gli animi e le coscienze. Non c’è modo migliore che facendo vedere i volti, le esperienze, i dolori, la non rassegnazione di famiglie e medici che si battono quotidianamente per sconfiggere questo male”. Sono 55 i casi censiti in Italia di atrofia spinale Werning-Hoffmann, dei quali 21 in Campania e addirittura 4 tra Battipaglia e Agropoli. E proprio a Battipaglia esiste l’unico centro di rianimazione pediatrica a sud di Napoli che ha iniziato così una fattiva collaborazione con la Associazione Aura e il Giffoni per promuovere campagne di sensibilizzazione e assistenza.
Quella del reportage “In fondo agli occhi” è solo una delle tante iniziative promosse dall’Associazione Aura, che nel corso della 35esima edizione del GFF ha anche lanciato una raccolta fondi per aiutare le popolazioni dell’Africa, mettendo in vendita, i disegni originali di Carlo Rambaldi, celebre padre di innumerevoli creature del fantastico cinematografico. L’Associazione Aura opera nell’ambito delle attività culturali e di tutela e valorizzazione delle attività dell’Ente Autonomo Festival Internazionale del Cinema per Ragazzi.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy