• Google+
  • Commenta
10 agosto 2005

ACQUISTO E VENDITA, LE GARANZIE per chi compra

La garanzia, irrinunciabile per chi compra e completamente gratuita, è regolata dalla direttiva europea 99/44, entrata in vigore in Italia 23 mLa garanzia, irrinunciabile per chi compra e completamente gratuita, è regolata dalla direttiva europea 99/44, entrata in vigore in Italia 23 marzo 2002 e detta anche direttiva sulle garanzie legali, che integra gli articoli 1519 bis e seguenti del Codice Civile.Tale direttiva prevede che i venditori di professione (concessionari, salonisti ed importatori) debbano obbligatoriamente fornire garanzia sulle vetture nuove per un periodo di due anni e su quelle usate per almeno un anno.
Il venditore non risponde solo dei guasti ma anche delle aspettative del cliente. Quest’ultime sono determinate per quanto riguarda il nuovo dalla categoria di appartenenza dell’auto e dalle caratteristiche descritte nella pubblicità, mentre per l’usato da quanto dichiarato dal venditore. Acquistando l’auto presso un venditore di professione senza che questi ne abbia elencato difetti, malfunzionamenti e usure, è logico attendersi che l’auto sia fondamentalmente in ordine: il venditore dovrà dare garanzia totale. Se entro 12 mesi dovessero manifestarsi inconvenienti gravi, la cui riparazione risulterà difficoltosa e/o onerosa, si potrà restituire l’auto al venditore chiedendo la risoluzione del contratto e la restituzione dell’importo pagato per l’acquisto. Il venditore può tutelarsi dalle rivalse del cliente portandolo a conoscenza, per iscritto e con conseguente accettazione del cliente (firma), dei difetti non facilmente riscontrabili o delle parti usurate e quindi probabilmente da sostituire a breve. Ovviamente, il cliente in cambio della mancata garanzia (solo delle parti espressamente segnalate nel contratto di vendita) potrà spuntare un prezzo sensibilmente più basso.
Se non diversamente stabilito, la garanzia esiste sempre: necessario è che l’acquisto sia stato effettuato presso un venditore professionista. La direttiva 99/44 non fissa alcun limite all’anzianità o alla percorrenza della vettura da garantire. Bisogna, però, considerare che la garanzia legale non copre qualsiasi problema o difetto: viene comunque tenuta da conto l’usura del bene in relazione al tempo del pregresso utilizzo. Nel caso di un’auto con 200.000 km il diritto alla riparazione o sostituzione gratuita di qualsiasi parte difettosa non sarà così scontato come nel caso di un’auto usata che, invece, ha percorso solo 50.000 km. Se l’auto venduta viene garantita come “usato sicuro” o “usato garantito” avete tutti i diritti a pretendere dal rivenditore una dichiarazione che vi copra, almeno per il periodo di garanzia legale, da qualsiasi difetto futuro, indipendentemente dall’uso che è stato fatto in passato del mezzo!
ualsiasi difformità grave, quale ad esempio la manomissione del contachilometri oppure il non trascurabile fatto di aver acquistato un auto incidentata, conosciuta dal rivenditore ma da esso taciutavi, dà diritto quanto meno alla sostituzione dell’auto ed, eventualmente, anche all’annullamento del contratto!
Nel caso in cui il venditore non intende applicare la garanzia è necessario rivolgersi ad un’associazione dei consumatori o al giudice per fare valere i propri diritti.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy