• Google+
  • Commenta
28 ottobre 2005

Sarà presentato a Sant’Angelo il libro di Don Antonio Sorrentino “i martiri del 900”

Sarà presentato martedì 1 novembre alle ore 19,00, nella Chiesa della Madonna del Rosario a Sant’Angelo, il nuovo lavoro di don Antonio Sorrentino, PaSarà presentato martedì 1 novembre alle ore 19,00, nella Chiesa della Madonna del Rosario a Sant’Angelo, il nuovo lavoro di don Antonio Sorrentino, Parroco della frazione. Il volume ha per titolo “I Martiri del 900”, edito con il patrocinio ed il contributo dell’Amministrazione Comunale ed in particolare dell’Assessorato alle Politiche Culturali.

L’opera si inserisce nel quadro dell’iniziativa portata avanti dal parroco Sorrentino che, a completamento dei lavori di recupero e di restauro della Chiesa di Santa Croce, si impegnò per la collocazione, ai piedi della collina, di un monumento a ricordo dei tanti martiri del ‘900.

Il cippo, realizzato con la collaborazione dell’impresa P.M. Cave e dell’Amministrazione Comunale di Mercato S. Severino, fu scoperto e benedetto il 5 giugno scorso.

“ In questo libro – dichiara l’Assessore alle Politiche Culturali Giuseppe Vitale – don Sorrentino ha voluto ricordare gli episodi della vita di questi personaggi, ingiustamente perseguiti, e perciò considerati nuovi martiri”. Tra questi: Ilaria Alpi, San Pio da Pietrelcina, Giancarlo Siani, Marcello Torre, Anna Frank.

Il testo sarà presentato dal prof. Antonio Tortora, docente presso il Dipartimento di Teoria e Storia delle Istituzioni dell’Università degli di Salerno.

Don Antonio Sorrentino, autore del lavoro, illustrerà le motivazioni che lo hanno spinto all’analisi della personalità e della vita dei “ nuovi martiri”.

Seguirà un intervento dello scrittore Carmine Manzi il quale approfondirà l’attività di studioso e ricercatore di don Antonio Sorrentino, con particolare riferimento a questa sua ultima fatica.

Alla cerimonia saranno presenti il Sindaco di Mercato S. Severino Rocco D’Auria ed il Vice Sindaco che porterà il saluto dell’Amministrazione Comunale ed esprimerà il tributo di stima dell’intera comunità per il parroco Sorrentino che si adopera certosinamente per la valorizzazione della storia del territorio.

Google+
© Riproduzione Riservata