• Google+
  • Commenta
17 novembre 2005

Errani: giudizio negativo sulla “devolution”

«Per materie importantissime non è chiaro qual è l’istituzione a cui spetta la parola definitiva e dunque noi ci troveremo in una situazione ben più c«Per materie importantissime non è chiaro qual è l’istituzione a cui spetta la parola definitiva e dunque noi ci troveremo in una situazione ben più conflittuale di quella attuale con un problema di efficacia dell’azione della pubblica amministrazione». È assolutamente negativo il giudizio di Vasco Errani, Presidente della Conferenza dei Presidenti delle Regioni nel definire la cosiddetta “devolution” approvata ieri dal Senato della Repubblica con 170 sì, 132 no e 3 astenuti. « Ma è bene che i cittadini sappiano – scrive Errani sul suo sito web – che con la votazione al Senato non si compie l’ultimo atto. Sulla devution saremo chiamati ad esprimerci con un referendum popolare confermativo, come nel 2001 quando si riformò il Titolo V della Costituzione dando più responsabilità a Regioni ed Enti locali. Come allora anche stavolta ciascuno di noi sarà chiamato a dare il proprio giudizio. Ho fiducia che sarà un giudizio ben ponderato». Ascolta le parole di Vasco Errani nell’intervista di Silvia Perdichizzi su www.ecoradio.it.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy