• Google+
  • Commenta
28 dicembre 2005

Baronissi: nuovo punto vendita Ikea

Dopo la firma del protocollo d’intesa tra Regione Campania ed Ikea (documento che ha consacrato la volontà concreta di realizzare il punto vendita), sDopo la firma del protocollo d’intesa tra Regione Campania ed Ikea (documento che ha consacrato la volontà concreta di realizzare il punto vendita), sta per essere consegnata al Comune tutta la documentazione necessaria per far nascere il negozio. Stamattina Antimo Liguori della ditta “Santa Francesca”, delegato dall’Ikea a condurre la trattativa, sarà al Comune di Baronissi per visionare insieme ai responsabili del procedimento gli atti, tutti gli atti. Durante l’incontro di oggi si deciderà anche il da farsi nelle prossime fasi, cercando di mettere d’accordo sia l’azienda svedese che il Comune di Baronissi. L’orientamento che sembra profilarsi è di promuovere una conferenza dei servizi. Una soluzione che, d’un sol colpo, azzererebbe tutte le procedure necessarie alle amministrazioni e agli enti coinvolti, accorciando di molto i tempi. La settimana scorsa ai tecnici del Comune, e precisamente al Suap – Sportello unico per le attività produttive – è già arrivato il progetto di edificazione del punto vendita, che è al vaglio degli uffici preposti. Dopo la consegna dei documenti di oggi, sarà compito dell’amministrazione controllare anche i piani di sicurezza, di viabilità, la pianificazione relativa ai beni ambientali e tutto quanto occorre per concludere il lungo iter burocratico presso il Comune di Baronissi. Poi, in seguito al vaglio del Comune, il passo successivo sarà la consegna dell’imponente documentazione agli altri enti, quindi alla Provincia e alla Regione, che attraverso il protocollo d’intesa ha già dimostrato e confermato la sua volontà a procedere. Ma non è finita qui. Prima di arrivare alla costruzione del punto vendita la documentazione, specifica e dettagliata, dovrà arrivare sulla scrivania di altri soggetti interessati. Le associazioni di categoria ma anche la polizia municipale, i vigili del fuoco, le asl dovranno infatti studiare tutti i relativi carteggi che prima hanno visionato gli enti coinvolti nel progetto. Un lungo iter, quindi, che dovrebbe concludersi entro la primavera del 2006, per poi partire entro il periodo estivo con la costruzione della struttura vera e propria. L’investimento dell’Ikea a Baronissi non solo porterà nuovi posti di lavoro ma favorirà anche le attività di servizio indotte. Difatti il protocollo d’intesa firmato lunedì alla Regione, non solo per Baronissi ma anche per un altro insediamento nel napoletano, oltre a quello già esistente di Afragola, prevede complessivamente 1000 posti di lavoro diretto e 250 per l’indotto.
Marcella Cavaliere

Google+
© Riproduzione Riservata