• Google+
  • Commenta
27 dicembre 2005

L’osservatorio sulla filiera zootecnica a Salerno

Sono cinque le firme in calce al protocollo d’intesa sottoscritto ieri presso il Comune di Serre e che sancisce la nascita del primo Osservatorio ProvSono cinque le firme in calce al protocollo d’intesa sottoscritto ieri presso il Comune di Serre e che sancisce la nascita del primo Osservatorio Provinciale sulla Filiera Zootecnica. Il progetto vede in partnership l’Assessorato all’Agricoltura della Provincia di Salerno, le Comunità Montane Calore e Alburni, il Comune di Serre e l’Associazione Assozootecnia, unite dall’obiettivo di monitorare il territorio, aggregare i dati relativi alle aziende zootecniche, valutare il valore del mercato ad esse legato, intercettare risorse, realizzare progetti di promozione del tessuto locale che, seppur composto da piccole e medie imprese manifesta forte interesse all’export. Non va infatti sottovalutata l’importanza che la filiera zootecnica riveste nella catena della gastronomia di qualità e dei prodotti tipici, per i beni derivati dal latte e dalla carne, oltre che per quelli ottenuti dalle pelli e dalla lana con ricadute sui relativi comparti. Tutti elementi che fanno dell’allevamento un anello da salvaguardare quale volto del made in Italy nel mondo.
A tenere il coordinamento generale dell’Osservatorio sarà l’Assessorato Provinciale all’Agricoltura diretto da Corrado Martinangelo. La sede ricadrà nel Comune di Serre che metterà a disposizione del gruppo di lavoro, alcuni locali. Il prossimo passo sarà tracciare le linee strategiche di programmazione tecnica, istituzionale e finanziaria anche attraverso il coinvolgimento delle associazioni di categoria competenti.
Nel corso dell’incontro è stato presentato il primo rapporto sulle filiere a cura del prof. Michele Cerrato.

Google+
© Riproduzione Riservata