• Google+
  • Commenta
13 dicembre 2005

Teramo: Convegno sulle malattie da prioni

Adriano Aguzzi – uno dei massimi esperti mondiali di malattie da prioni, fra le quali la BSE, nota come sindrome della mucca pazza, la Scrapie e la
Adriano Aguzzi – uno dei massimi esperti mondiali di malattie da prioni, fra le quali la BSE, nota come sindrome della mucca pazza, la Scrapie e la variante della malattia di Creutzfeldt-Jakob – ha ricevuto questo pomeriggio dall’Università degli Studi di Teramo la laurea honoris causa in Medicina Veterinaria.
Aguzzi sarà a Teramo anche domani, mercoledì 14 dicembre, alle ore 9.30, nell’Aula Magna del Campus di Coste Sant’Agostino, per la giornata di studio Malattie da prioni e neurodegenerazione: progressi, incertezze, aspettative, organizzata dalla Facoltà di Medicina Veterinaria e dal Dipartimento di Scienze biomediche comparate.
I lavori, moderati da Giovanni Di Guardo, docente della Facoltà di Medicina Veterinaria, saranno aperti dalla lettura magistrale di Adriano Aguzzi dal titolo Nuove frontiere nella ricerca sulle malattie da prioni.
Seguiranno gli interventi di Maria Caramelli, del Centro di referenza nazionale per le encefalopatie animali di Torino su BSE: quando la ricerca è anche di BASE e di Umberto Agrimi, dell’Istituto Superiore di Sanità su Studi di trasmissione di malattie da prioni animali ed umane nel roditore Clethrionomys glareolus.
La sessione pomeridiana, moderata da Fulvio Marsilio, preside della Facoltà di Medicina Veterinaria, si aprirà con l’intervento di Ciriaco Ligios dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Sardegna su Scrapie e patologie infiammatorie croniche ad eziologia virale dei piccoli ruminanti: correlazioni patogenetiche.
La giornata di studio chiuderà con gli interventi dei docenti della Facoltà di Medicina Veterinaria Giovanni Di Guardo e Mauro Maccarrone rispettivamente su Ruolo del sistema nervoso enterico nella patogenesi della scrapie ovina: recenti acquisizioni e su Nuovi marcatori di danno biochimico-funzionale in corso di neuropatie umane.

Adriano Aguzzi, nato a Pavia nel 1960, si è laureato a 26 anni in Medicina e chirurgia all’Università di Friburgo (Germania).
Docente dal 1993 all’Università di Zurigo, attualmente insegna nella Facoltà di Medicina e in quella di Scienze naturali. Dal 1995 dirige il Centro di riferimento nazionale per le malattie da prioni e, dal 1997, è direttore dell’Istituto di Neuropatologia dell’Università di Zurigo.
Fra i numerosi riconoscimenti scientifici, la medaglia d’oro della European Molecular Biology Organization, il Premio Leopoldina della German Academy of Science, la medaglia della Royal Swedish Academy of Medicine e le lauree honoris causa in Medicina e chirurgia e in Scienze matematiche, fisiche e naturali conferite, rispettivamente, dall’Università di Liegi e da quella di Bologna. È autore di oltre 280 lavori pubblicati su autorevoli riviste scientifiche internazionali come Nature, Science, Cell, Proceedings of the National Academy of Sciences, New England Journal of Medicine, Lancet e EMBO Journal.

Google+
© Riproduzione Riservata