• Google+
  • Commenta
12 dicembre 2005

Trento ottiene un rating di eccellenza

L’Università degli Studi di Trento debutta sul mercato dei capitali con un rating di AA lanciando in contemporanea un’emissione obbligazionaria pe

L’Università degli Studi di Trento debutta sul mercato dei capitali con un rating di AA lanciando in contemporanea un’emissione obbligazionaria per circa 44 milioni di euro. L’Università si presenta così come il primo ateneo italiano che ottiene una valutazione di rating e che ricorre ad un prestito obbligazionario per finanziare il proprio Piano edilizio.
“È sicuramente un’operazione finanziaria innovativa, che permette all’Università di ottenere, oltre alle migliori condizioni di mercato per il finanziamento di nuove iniziative legate all’edilizia universitaria, anche una visibilità che conferma la sua posizione di affidabilità già ampiamente qualificata a livello internazionale” ha affermato il rettore dell’Università di Trento Davide Bassi. “Un risultato significativo frutto della sinergia tra l’Ateneo e la Provincia Autonoma di Trento, che si fonda sulla condivisione di strategie ed azioni alla base dell’Accordo di programma sottoscritto tra le due istituzioni”, ha commentato Innocenzo Cipolletta, presidente del Consiglio di Amministrazione dell’ateneo trentino.
IXIS Corporate & Investment Bank, istituto advisor per l’ottenimento del rating e Lead Manager e Bookrunner per il collocamento del prestito, si è ritenuto più che soddisfatto del successo ottenuto nelle attività di premarketing. “Il tasso finale che sarà applicato al titolo beneficerà sicuramente dell’ottimo merito di credito ottenuto oggi dall’Università”, ha aggiunto Giovanni Loreto Caputo, responsabile del Debt Capital Markets per gli Enti Locali Italiani.

Google+
© Riproduzione Riservata