• Google+
  • Commenta
20 marzo 2006

Almalaurea avverte: attenti ragazzi, il lavoro c’è ma è precario

Nessuna buona nuova per i laureati italiani. Lo dice il consorzio Almalaurea: il titolo di dottore ha sempre un valore per la ricerca di lavoro, m

Nessuna buona nuova per i laureati italiani. Lo dice il consorzio Almalaurea: il titolo di dottore ha sempre un valore per la ricerca di lavoro, ma il risultato è un impiego precario, di basso profilo, che si risolve presto nella necessità di una nuova ricerca per il laureato. Sono i risultati di un’indagine condotta su 36 atenei, per un totale di circa 74 mila giovani dottori. Per discutere i risultati della ricerca, il 23 Febbraio si è riunito un convegno di rappresentanti del mondo accademico presso l’Università di Roma “La Sapienza”. Molti i nomi noti: Piero Tosi, presidente della conferenza dei rettori delle università italiane, Renato Guarini, rettore della Sapienza, Savino Pezzotta, segretario generale della CISL. Rappresentanti sia del mondo dell’università che del lavoro, che hanno commentato una situazione comunque eloquente. “Un lavoro che aumenta in temini assoluti, ma che è precario è fonte di disagio sociale” ha sottolineato Tosi, concentrandosi sul problema della stabilità del lavoro per i neolaureati. Pezzotta è invece intervenuto sulla questione degli stages, i temibili mesi di lavoro non pagato che sono un pedaggio per la maggioranza dei lavoratori, definiti come “un passaggio obbligato per molti che rischia di durare troppo a lungo” e ancora “un tipo di tirocinio che ha una diffusione e una durata allarmante”. Anche il ministro Letizia Moratti è intervenuto, seppure con un videomessaggio registrato: “gli atenei hanno la possibilità di verificare quali siano i percorsi formativi in relazione alle opportunità di lavoro, e gli stessi studenti possono valutare quali sono i percorsi che gi danno maggiori sbocchi” registrando così il suo assenso alla ricerca di Almalaurea. Nata nel 1994 su iniziativa dell’Osservatorio Statistico dell’Università di Bologna, oggi Almalaurea è un servizio di pubblicazione on line dei curricula dei neolaureati, gestita da un consorzio di atenei italiani con il sostegno del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Google+
© Riproduzione Riservata