• Google+
  • Commenta
2 marzo 2006

Il Triangolo delle Bermuda

Il Triangolo delle Bermuda, noto anche come Triangolo maledetto o Limbo dei dispersi, è un’area geografica di circa 3.900.000 km², compresa fra le BerIl Triangolo delle Bermuda, noto anche come Triangolo maledetto o Limbo dei dispersi, è un’area geografica di circa 3.900.000 km², compresa fra le Bermuda, Puerto Rico e Melbourne in Florida (dal 55°O all’85°O e dal 30°N al 40°N) nella quale sono inspiegabilmente scomparsi, dalla metà del XIX secolo, oltre cinquanta navi e venti aerei. Varie sono state le ipotesi formulate per spiegare questi fenomeni.
Quelle più scientifiche individuano il mancato ritrovamento dei resti delle navi o degli aerei scomparsi, nelle forti correnti ed alla profondità marina che caratterizzano quella zona; quelle più fantasiose attribuirebbero le sparizioni ai raggi mortali provenienti da Atlantide, la mitica civiltà scomparsa, ma ancor viva e segretamente nascosta tra i fondali dell’oceano Atlantico, o a possibili rapimenti da parte degli UFO, finalizzati allo studio scientifico di esemplari di esseri umani.
Non v’è dubbio che tali ultime ipotesi appaiono inverosimili, ma come spiegare fenomeni quali la scomparsa di aerei che neppure hanno lanciato alcun segnale di soccorso? o di navi trovate abbandonate con il cibo ancora caldo nei piatti? Ai futuri ricercatori e soprattutto alle future tecnologie, finalmente capaci di sondare quegli inquieti fondali dell’atlantico, l’ardua sentenza.

Google+
© Riproduzione Riservata