• Google+
  • Commenta
20 marzo 2006

Parigi si infiamma

Un milione e mezzo di persone in strada a protestare. E’ questo il numero di manifestanti che le forze dell’ordine francese ipotizza si riverserà sullUn milione e mezzo di persone in strada a protestare. E’ questo il numero di manifestanti che le forze dell’ordine francese ipotizza si riverserà sulle strade di Parigi. Le nuove normative del governo in tema del lavoro del premier Dominique Galouzeau De Villepin sono l’oggetto del malcontento di studenti universitari, sindacati e sinistra. La tensione è altissima: si temono scontri violenti come quelli avvenuti ieri e nei giorni scorsi.I manifestanti saranno accolti da un imponente numero di poliziotti in assetto anti – sommossa. Nel corteo, c’ è il rischio, che giovani che niente hanno a che fare con il movimento studentesco, si infiltrino e trasformino la manifestazione nella distruzione di Parigi. Chi protesta ritiene inaccettabile la nuova legislativa che a detta dei sindacati getta allo sbaraglio i giovani nel mondo del lavoro. Anche il presidente francese Jacques Chirac ha chiesto un incontro con l’esecutivo per trattare delle eventuali modifiche sulla legge, la quale sta sgretolando il consenso sociale. Infatti oltre al probabili milione e mezzo di manifestanti anche la maggior parte dei francesi si dichiara a favore della protesta.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy