• Google+
  • Commenta
30 marzo 2006

Trento: inaugurazione scientificadel Microsoft Research

Si terrà il prossimo 3 aprile l’inaugurazione scientifica del Microsoft Research – University of Trento Centre for Computational and Systems
Si terrà il prossimo 3 aprile l’inaugurazione scientifica del Microsoft Research – University of Trento Centre for Computational and Systems Biology . Nelle giornate del 3, 4 e 5 aprile al Centro di ricerca di Povo si incontreranno una cinquantina di studiosi di fama internazionale nel campo delle scienze informatiche e della biologia dei sistemi per condividere i risultati delle ricerche portate avanti nei rispettivi ambiti e istituti di ricerca. L’inaugurazione, che si terrà in forma privata e solo su invito, sarà aperta ufficialmente dal rettore dell’Università di Trento Davide Bassi. Seguiranno gli interventi di Gianluca Salvatori, assessore alla Programmazione, Ricerca e Innovazione della Provincia Autonoma di Trento, di Lucia Maestri, assessore alla Cultura del Comune di Trento, di Corrado Priami, presidente del Centro e di Luca Cardelli, direttore di Microsoft Research Cambridge.
Sul versante della ricerca, negli ultimi mesi, si sono raggiunti significativi traguardi e sono state assunte decisioni strategiche per il Centro. David Harel, docente del Dipartimento di Scienze informatiche e Matematica applicata dell’Istituto di Scienza “Weizmann” di Rehovot in Israele e scienziato di fama internazionale nel settore della bioinformatica, è stato nominato membro del comitato scientifico internazionale. È proseguita inoltre la collaborazione con l’Università di Catanzaro nell’ambito dell’applicazione delle tecniche informatiche alla modellazione di fenomeni oncologici. A partire da gennaio è stato ufficialmente istituito, con cadenza settimanale (ogni giovedì), l’appuntamento con un ciclo di seminari di studio, aperti al pubblico, tenuti da docenti e ricercatori provenienti da università nazionali e internazionali.
La massa critica di persone operanti al centro è rafforzata dalla presenza costante di almeno 2/3 visitatori di chiara fama internazionale presso le strutture del centro. Infatti, come previsto nel progetto iniziale, è stato attivato un programma di visiting che sta riscuotendo a livello mondiale un successo molto superiore alle aspettative. Da oggi sino a fine settembre si sono registrate presenze di notevole livello ogni settimana presso il centro di Povo. Questo favorisce lo sviluppo di collaborazioni scientifiche di alto livello e costituisce un’occasione unica di confronto non solo per i ricercatori del centro, ma anche per gli studenti di Informatica che regolarmente hanno incontri con gli studiosi internazionali.
Per quanto riguarda la formazione di giovani ricercatori nel settore in cui opera il centro, è stata di recente stipulata una convenzione con il Dipartimento di Informatica e Telecomunicazioni (DIT) dell’Università di Trento per il finanziamento di borse di studio nell’ambito del Dottorato internazionale in “Informatica e Telecomunicazioni” per l’anno accademico 2006/2007. Infine, il master internazionale di secondo livello su Computational and Systems Biology promosso dal Centro in collaborazione con la Facoltà di Scienze matematiche, fisiche e naturali ha già ricevuto l’approvazione della stessa.
Questa attività di ricerca e di preparazione di collaborazioni internazionali di alto profilo è completata da attività di divulgazione scientifica dei risultati attraverso l’organizzazione di due eventi annuali di rilievo internazionale che saranno accompagnati da inaugurazioni di mostre artistiche per aumentarne la visibilità e per evidenziare la convergenza tra scienza e arte come naturale evoluzione della società. Saranno proposti due eventi, uno in primavera ed uno in autunno: il primo avrà le caratteristiche di un workshop scientifico (come quello che si terrà dal 3 al 5 aprile), il secondo di una conferenza – della durata di tre giorni – sul tema “Computational Methods in Systems Biology”, che sarà organizzata in concomitanza con la seconda edizione di “Converging Sciences”. Quest’ultima conferenza, seguendo le linee di quella già organizzata a Trento nel dicembre 2004, tenterà di affrontare le tematiche della politica della ricerca per cercare di definire strategie mirate alla promozione della multidisciplinarità avendo le scienze informatiche come fattore abilitante.
Il 6 aprile sarà aperta al pubblico, nell’ambito dell’iniziativa “Arte in viaggio”, promossa dal Mart, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura della Provincia Autonoma di Trento, la mostra fotografica di Gabriele Basilico, (approfondimento sull’artista a fondo pagina), dal titolo “Trentino”: un percorso artistico di 39 scatti che si articolerà negli atri e lungo i corridoi dei tre piani del Centro di ricerca di Povo. La mostra ripercorrerà la lucida ricognizione compiuta dall’artista circa le trasformazioni del territorio provinciale, concentrando l’attenzione sui punti di contatto fra il paesaggio naturale e quello urbanizzato, nel tentativo di far emergere la complessità ed anche le contraddizioni del rapporto tra le forme naturali e quelle artificiali, tra uomo ed ambiente. La mostra sarà visitabile gratuitamente tutti i giorni, dal 6 aprile al 30 giugno, dal lunedì al venerdì, esclusi i giorni festivi, con orario di apertura: 8.30-13.00/14.00-18.00.
Per rafforzare il concetto della convergenza tra scienze e arte il Microsoft Research – University of Trento Centre for Computational and Systems Biology promuove il progetto “Converging Sciences and Arts”, che consiste in un bando di concorso rivolto alle scuole medie superiori per la realizzazione di opere artistiche rappresentanti i temi di ricerca affrontati nel centro. La collaborazione con il sistema scolastico è volta alla valorizzazione del capitale umano, costituito dai giovani studenti, al fine di stimolare le loro capacità e di orientarli allo studio di materie scientifiche innovative come quelle che costituiscono l’oggetto di ricerca del Centro. Inoltre il progetto ha anche lo scopo di favorire la divulgazione dei contenuti scientifici dell’attività svolta mediante l’utilizzo di forme di comunicazioni non tradizionali per la scienza. La scadenza per le iscrizioni al concorso è stata fissata per venerdì 14 aprile, mentre le opere dovranno pervenire entro lunedì 11 settembre; gli studenti potranno gareggiare in quattro diverse categorie: disegno/pittura; narrazione; e-art/video-arte; sculture/manufatti. Nel mese di settembre sono inoltre previste due giornate di formazione con due tutor d’eccezione. I vincitori di ogni categoria saranno premiati con 500 euro e le opere, che diverranno proprietà del Centro, entreranno a far parte della collezione permanente e quindi esposte al Centro.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy