• Google+
  • Commenta
30 marzo 2006

Unimore: esibizione pasquale delle corali universitarie

In occasione della Pasqua esibizione gratuita del Coro dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e del Coro dell’Università In occasione della Pasqua esibizione gratuita del Coro dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e del Coro dell’Università di Genova Januenses Academici Cantores che si proporranno al pubblico modenese e reggiano con un ampio repertorio di brani, moderni e tradizionali. I concerti nelle giornate di sabato 1 aprile presso la “Sala degli Specchi” del Teatro Valli a Reggio Emilia e di domenica 2 aprile presso la Chiesa di San Domenico a Modena. In visita anche il Rettore dell’Università di Genova prof. Gaetano Bignardi.

Una doppia esibizione del Coro dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, diretto dal M° Antonella Coppi, e del Coro dell’Università di Genova Januenses Academici Cantores, diretto dal M° Antonella Trovato, suggellerà il gemellaggio delle due formazioni musicali accademiche, che proporranno per l’occasione una crew musicale tratta da un noto repertorio moderno e tradizionale.

Gli appuntamenti, offerti gratuitamente alla cittadinanza ed agli appassionati in occasione della Pasqua, si terranno sabato 1 aprile alle ore 17.30 nell’elegante cornice della Sala degli Specchi del Teatro Valli a Reggio Emilia e domenica 2 aprile alle ore 16.30 presso la Chiesa di San Domenico a Modena.

“Con questa iniziativa, preceduta nel dicembre scorso dal successo del concerto di Natale, che si è tenuto al PalaPanini di Modena – commenta il Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Gian Carlo Pellacani – vogliamo riaffermare il legame profondo che ci unisce alle nostre città, cui intendiamo rendere omaggio con uno spettacolo che sarà reso ancora più interessante, oltre che dalla bravura dei nostri ragazzi e degli altri componenti della formazione, anche dalla presenza della corale universitaria di Genova. Al suo Rettore, ospite del nostro Ateneo in queste giornate, desidero esprimere la gratitudine dei modenesi e dei reggiani per questa visita”.

Il Coro modenese-reggiano, formatosi nel 2001 come attività culturale degli studenti dell’Ateneo, e composto da una sessantina di elementi tra studenti, docenti e personale tecnico-amministrativo dell’Università, vanta, nonostante la recente formazione, una serie di importanti partecipazioni ad eventi e cerimonie universitarie. Ricordiamo tra tutte l’esibizione alle cerimonie pontificie, nel 2002, 2005, 2006 presso la Sala Nervi in Vaticano, al Festival Internazionale dei Cori Universitari – città di Perugia e alle numerose cerimonie di attribuzione in occasione delle lauree ad Honorem dell’Ateneo, non ultima quella che poche settimane fa ha visto insignito il prof. Joel D. Cooper.

“Oltre alle importanti partecipazioni ad eventi nazionali ed internazionali” ha affermato il M° Antonella Coppi, direttore del Coro dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia, “il nostro Coro è sempre stato coinvolto in numerose attività di gemellaggio che non solo hanno contribuito alla visibilità dell’Università, ma anche favorito un ricco scambio musicale. In questa prospettiva l’Università di Genova ha risposto in modo entusiastico alla nostra proposta di collaborazione, facilitata anche dalla vicinanza tra il nostro ed il loro repertorio musicale”.

Il Coro dell’Università degli studi di Genova, Januenses Accademici Cantores, diretto dal M° Antonella Trovato, nasce nel 1998 per iniziativa dell’allora Rettore prof. Sandro Pontremoli. L’attività della corale si è da quel momento sviluppata, prima in ambito solamente universitario, per aprirsi, dal 2000, ad esibizioni durante eventi nazionali ed internazionali, tra cui manifestazioni in Vaticano alla presenza del Pontefice e al Festival Internazionale “Città di Genova”.

A dimostrazione del forte coinvolgimento dell’Ateneo ligure per questo evento, il Rettore dell’Università di Genova prof. Gaetano Bignardi assisterà al concerto di sabato 1 aprile a Reggio Emilia insieme al Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Gian Carlo Pellacani ed al Pro Rettore di Reggio Emilia Prof. Anto De Pol.
Nella giornata di domenica l’esibizione a Modena sarà preceduta da un incontro in mattinata delle corali, che verranno accolte in Rettorato dal Pro Rettore di Modena prof. Rodolfo Cecchi per un saluto ufficiale.

Programma del concerto:

Il programma, immutato nelle scelte musicali sia per la performance di sabato che per quella di domenica, prevede una prima esibizione dei cori uniti che proporranno il “Gaudeamus Igitur”, inno di autore anonimo, diffusamente considerato l’inno universitario per eccellenza.
Sarà la corale dell’Ateneo modenese-reggiano a proseguire il concerto proponendo “Deep River” e “I can’t help”, melodie di autore anonimo, tratte dalla tradizione orale. A seguire i brani “Somewhere, Maria, America, Tonight”, tratti da West Side Story di Leonard Bernstein eseguiti nella versione per coro a quattro voci . Da Jaques Offenbach il pubblico potrà ascoltare “La Barcarola” con i soli Costanza Gallo, soprano, e studentessa universitaria e il tenore Thierry Lavagna, e a seguire I can’t help falling in love in una versione rielaborata per coro dal M° Antonella Coppi. A concludere la performance della corale emiliana saranno “Summertime” di George Gershwin con il solo Claudia Oddo e “Libertango” del maestro del tango Astor Piazzolla.

Durante la seconda parte del concerto si assisterà all’esibizione del Coro Januenses Academici Cantores che proporrà il canto popolare ungherese “Candida Rosa Bardos Lajos” di autore anonimo, da Wolfgang Amadeus Mozart ”Ave Verum”, “Sapientiam” di Ruffillo Uguccioni e da un elaborazione del M° Valentino Miserachs il “Laudate Omnes Gentes”. Per portare un pezzo di liguria al pubblico emiliano, a seguire, il canto popolare genovese “Ma se ghe pensu”.

Il repertorio scelto dalla corale ligure proseguirà con gli “Inni al Risorgimento” in un adattamento del M° Antonella Trovato, il “Medley Blue Moon-Serenade”, la famosissima “Moon River” e per finire un Medley tratto dal film “Syster Act” in una versione arrangiata dal M° Antonella Trovato.

La parte finale dello spettacolo rivedrà uniti i due cori che si esibiranno nell’”Ave Maria” con il solo Claudia Oddo e nella famosissima “Scarborough fair” in una versione per coro elaborata dal M° Antonella Coppi e dal M° Antonella Trovato.

Google+
© Riproduzione Riservata