• Google+
  • Commenta
26 aprile 2006

Unimore: cellule staminali per contrastare patologie oculari

Un seminario, organizzato dalla Struttura Complessa di Oftalmologia dell’Università di Modena e Reggio Emilia e dall’Azienda ospedaliero-univerUn seminario, organizzato dalla Struttura Complessa di Oftalmologia dell’Università di Modena e Reggio Emilia e dall’Azienda ospedaliero-universitaria Policlinico di Modena fa il punto sulle più innovative procedure terapeutiche e di innesto delle cellule staminali nella cura delle patologie oculari superficiali. L’appuntamento è per giovedì 27 aprile 2006 a Modena.

L’utilizzo delle cellule staminali nella pratica terapeutica e chirurgica nelle patologie della superficie oculare è al centro di un convegno organizzato dalla Struttura Complessa di Oftalmologia dell’Università di Modena e Reggio Emilia e dall’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico di Modena dal titolo “Le cellule staminali nella patologia della superficie oculare”.

L’incontro, che si terrà giovedì 27 aprile 2006, a partire dalle ore 18.00 presso l’Aula T01 del Centro Didattico Integrato della Facoltà di Medicina e Chirurgia (via del Pozzo,71) a Modena, è di notevole importanza e attualità in quanto dà conto delle innovative procedure di innesto di cellule staminali limbari nei soggetti che hanno subito traumi oculari o che sono affetti da gravi patologie congenite o acquisite della cornea.
“Le potenzialità rigenerative delle cellule staminali, – ha spiegato il prof. Gian Maria Cavallini, organizzatore del convegno e Direttore della Struttura Complessa di Oftalmologia dell’Ateneo modenese reggiano –“presenti a livello della cornea periferica hanno recentemente trovato un’applicazione chirurgica grazie all’innesto di cellule sane prelevate dal paziente e coltivate in laboratorio per ottenere un tessuto ritrapiantabile nel soggetto stesso. Questo permette di trattare patologie non altrimenti curabili con chirurgia tradizionale evitando i rischi postoperatori di rigetto”.

Il programma del seminario prevede l’introduzione ai contributi dei relatori da parte del prof. Gian Maria Cavallini dell’Università di Modena e Reggio Emilia, seguita dall’intervento della dott.ssa Graziella Pellegrini, Direttore del Laboratorio di Cellule Staminali Epiteliali Fondazione Banca degli Occhi del Veneto che parlerà di “Le cellule staminali: basi teoriche e sperimentali”.
Il prof. Michele De Luca dell’Università di Modena e Reggio Emilia interverrà su “Le cellule staminali: nuova frontiera nella terapia”, mentre “La patologia della superficie oculare: diagnosi” sarà al centro del contributo della dott.ssa Annamaria Martini della Struttura Complessa di Oftalmologia Università di Modena e Reggio Emilia.
A chiudere gli interventi del convegno sarà la dr.ssa Elisabetta Bohm,Direttore Unità Operativa di Oculistica Ospedale Civile di Mestre con un contributo dal titolo “Le cellule staminali: applicazione clinica e tecnica chirurgica”.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy