• Google+
  • Commenta
3 maggio 2006

Convegno: “Felipe Arreaga Sanchez. Diritti umani e difesa dell’ambiente”

SALERNO – Si è svolto ieri, presso il Salone di Rappresentanza il convegno organizzato dal gruppo Italia 272 Amnesty International di Salerno eSALERNO – Si è svolto ieri, presso il Salone di Rappresentanza il convegno organizzato dal gruppo Italia 272 Amnesty International di Salerno e Legambiente. “Felipe Arreaga Sanchez. Diritti umani e difesa dell’ambiente”. L’evento ha avuto inizio alle ore 18.00 ed è stato incentrato sulla testimonianza diretta dell’ambientalista messicano, Felipe Arreaga Sanchez, tra i fondatori, nel 1998, dell’Organizzazione Ecologista della Sierra di Petatlan (Ocesp), in Messico. Arrestato ingiustamente nel 2004 a causa della lotta non violenta condotta a difesa delle foreste, Arreaga Sanchez è stato adottato da Amnesty International come prigioniero di coscienza per il quale era richiesta una immediata ed incondizionata liberazione. Il suo impegno nella tutela dell’ambiente è stato riconosciuto, nel 2005, con il conferimento del premio Chico Mendez. La sua liberazione, dopo nove mesi di detenzione carceraria, con l’assoluzione dall’accusa di omicidio è avvenuta in seguito ad una mobilitazione mondiale che ha visto Amnesty International in prima fila. Il gruppo Italia 272 di Amnesty International ha voluto e curato l’organizzazione del convegno in un percorso che si inserisce nella sua attività di sensibilizzazione ed educazione ai valori di Amnesty. Il gruppo è, infatti, attivo sul territorio salernitano da circa due anni anche con una intensa l’attività di educazione ai diritti umani presso gli istituti scolastici della città e della provincia.
La manifestazione, realizzata con il patrocinio della Provincia di Salerno, vedrà, tra le altre, anche la partecipazione del presidente della sezione italiana di Amnesty International, Paolo Pobbiati, Enrico Fontana, membro della segreteria nazionale di Legambiente, Ernesto Scelza, a rappresentanza dell’ufficio pace e cooperazione della Provincia di Salerno.

Google+
© Riproduzione Riservata