• Google+
  • Commenta
19 dicembre 2006

Giappone: all’Università si studia on-line

La “Cyber Università”, questo il nome del progetto annunciato dal ministero dell’Educazione giapponese, sarà inaugurata in primavera. AlLa “Cyber Università”, questo il nome del progetto annunciato dal ministero dell’Educazione giapponese, sarà inaugurata in primavera. All’inizio si tratterà di una sperimentazione, di un test per valutare le potenzialità di una università completamente on-line. Gli studenti, infatti, non solo dovranno seguire tutte le lezioni in rete, ma dovranno anche sostenere gli esami e svolgere ogni altro tipo di attività esclusivamente con l’ausilio di un computer connesso ad Internet. La “Cyber University” è stata presentata a Tokyo come una grande rivoluzione nel settore sia dell’informatica che della didattica. L’ateneo on-line, all’avvio, prevederà solo due corsi di laurea, Beni Culturali e Tecnologia dell’Informazione, entrambi quadriennali, e un numero limitato di studenti per il primo anno, circa 1.300. Grande attenzione è stata dedicata ai sistemi di sicurezza delle banche dati, per evitare violazioni di accesso e per verificare costantemente l’identità degli studenti impegnati in esami e verifiche. Per quanto riguarda le lezioni, queste saranno disponibili in streaming audio e video, mentre i libri di testo, le dispense e il materiale didattico, solitamente cartaceo, saranno sostituiti con file digitali che potranno essere scaricati 24 ore su 24. La “Cyber University”, anche se prevista come totalmente virtuale, sarà localizzata fisicamente nella città di Fukuoka e sarà gestita da un’azienda privata del settore della telecomunicazione, la Softbank.

Google+
© Riproduzione Riservata