• Google+
  • Commenta
15 dicembre 2006

Perugia: decorazioni a lustro nelle ceramiche rinascimentali e nanotecnologie

Per il ciclo “I venerdì della scienza”, organizzato dalla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università de
Per il ciclo “I venerdì della scienza”, organizzato dalla Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell’Università degli Studi di Perugia, questa settimana, nell’Aula E di Via Elce di Sotto, il Prof. Antonio Sgamellotti, docente ordinario di Chimica Inorganica e membro dello “Steering Committee” del Progetto europeo “ERA-Chemistry”, spiegherà ai presenti di come la scienza possa essere di grande ausilio nelle indagini archeologiche, per studiare le tecniche esecutive ed il loro evolversi. In maniera esemplificativa, sarà discussa la tecnica di decorazione a lustro, uno degli argomenti più affascinanti nella storia della ceramica rinascimentale. Le peculiari proprietà ottiche del lustro sono dovute alla presenza di nanoparticelle di rame ed argento, disperse negli strati più esterni dello smalto. Le proprietà e la preparazione del lustro presentano forti analogie con quelle dei compositi vetro-metallo nanostrutturati, materiali innovativi di grande ed attuale interesse per le loro applicazioni nel campo dell’optoelettronica.

Google+
© Riproduzione Riservata