• Google+
  • Commenta
4 dicembre 2006

Unisa: lunghe file virtuali!

Quanto può essere utile la tecnologia e quanto fittizia?
Certo l’alleggerire il gravoso lavorare umano sembra essere, sopratutto i

Quanto può essere utile la tecnologia e quanto fittizia?
Certo l’alleggerire il gravoso lavorare umano sembra essere, sopratutto in questi ultimi tempi, lo scopo delle menti più illustri….ma se è l’intelligenza della scienza a creare il “progresso” non è forse la stupidità degli ottusi a rendere inutile il progresso stesso?
Quale scopo ha un libro tra le mani di un analfabeta?

Qualche tempo fa l’unisa si è avvalsa appunto della tecnologia telematica per smaltire il lavoro di segreteria e uffici vari.

Niente più file……….Miraggio.

Il portale web dell’unisa è arricchito di un’ “area utenti” dove gli studenti provvisti di matricola e password accedono alla loro pagina ipertestuale personale, da qui sono scaricabili e consultabili il proprio piano di studi, gli esami sostenuti, la situazione isee, le tasse pagate e da pagare …è possibile inoltre prenotare gli esami , modificare il proprio piano di studi ad inizio anno accademico, iscriversi al part-time……peccato che non tutto sempre funzioni.

Modificare il piano di studi ad inizio anno è stata un avventura, così come comunicare via e-mail l’errato caricamento di esami sostenuti e da sostenere, errori che ,nonostante le varie lettere di posta elettronica inviate a più indirizzi, sono ben lontani dall’essere corretti. Ed è così che noi studenti ci ritroviamo a sostenere esami assenti dal nostro piano di studi , ed è così che ci si scopre a far file in segreteria ma con un netto ritardo dovuto al tempo speso in vani tentativi di sfruttare il vantato “progresso”.

Ultima e strabiliante possibilità è iscriversi al part-time tramite la propria area personale sul portale web unisa, ma se su tale area risultano solo,o neanche, una metà degli esami sostenuti la registrazione non è possibile. Se, quindi, lo scorso anno era possibile far ricorso nel momento in cui si era esclusi dalle liste del part-time ,come ci deve regolare questa volta?

Fa tristezza sperare nel ritorno alle vecchie “buone” abitudini.

Google+
© Riproduzione Riservata