• Google+
  • Commenta
12 gennaio 2007

Laurea Honoris Causa a Tabucchi

Oggi 12 gennaio all’Università di Aix-Marseille I di Marsiglia, si tiene per due giorni uno studio dedicato interamente all’opera di Antonio
Oggi 12 gennaio all’Università di Aix-Marseille I di Marsiglia, si tiene per due giorni uno studio dedicato interamente all’opera di Antonio Tabucchi. L’iniziativa è organizzata con la collaborazione dell’Istituto Italiano di Cultura e vi partecipano relatori provenienti dalle Università di tutta Europa, in occasione della consegna, nel pomeriggio, della Laurea honoris causa allo scrittore. Tabucchi, nato a Pisa nel 1943, ottiene grande successo con il romanzo “Sostiene Pereira”, vincitore di numerosi premi (Premio Campiello, Premio Scanno e Premio Jean Monnet per la letteratura europea), diventato poi un film grazie al regista Roberto Faenza, che affida a Marcello Matroianni la parte di Pereira e a Daniel Auteil la parte del dottor Cardoso. Il protagonista Pereira è diventato il simbolo della difesa della libertà d’informazione, opponendosi ai regimi antidemocratici. Tabucchi si è trovato in disaccordo con lo scrittore Umberto Eco sul ruolo dell’intellettuale, per Eco l’intellettuale ha il compito di organizzare la conoscenza, mentre Tabucchi dichiara che di fronte a fatti gravi per la società bisogna prendere posizione e suonare il campanello d’allarme. La missione di ogni intellettuale e di ogni scrittore dovrebbe essere quella di instillare il dubbio contro la perfezione, perché la perfezione genera ideologie, dittature e totalitarismi. Antonio Tabucchi è considerato il più europeo degli scrittori italiani, i suoi libri sono stati tradotti in tutta Europa. Vive a Lisbona, ma per gran parte dell’anno si trasferisce in Toscana dove insegna Letteratura all’università di Siena.

Google+
© Riproduzione Riservata