• Google+
  • Commenta
2 gennaio 2007

L’Università per per il Benessere degli animali

Nell’odierno panorama universitario, anarchico e dissestato, che vede il proliferare di centinaia di corsi e facoltà praticamente inventaNell’odierno panorama universitario, anarchico e dissestato, che vede il proliferare di centinaia di corsi e facoltà praticamente inventati ad hoc e dai nomi a dir poco fantasiosi, finalmente una buona notizia: nasce l’Università per il Benessere degli animali. Ebbene si! Un’Università tutta dedicata ai piccoli amici a quattro zampe dell’uomo, compagni di vita, di gioie e di sventure, ma sempre e disinteressatamente sinceri e fedeli. E’ stata l’AIDAA, Associazione Italiana per la Difesa Degli Animali e dell’Ambiente, ad avere l’idea di fondare quest’Ateneo un po’ particolare, che partirà dalla seconda metà di Gennaio. Le lezioni sono rigorosamente on-line e aiuteranno il volenteroso padrone a entrare più da vicino nel mondo del proprio animale da compagnia, per capirlo e occuparsene al meglio. I Corsi sono 6 e saranno tenuti da esperti veterinari e avvocati: c’è quello di salute veterinaria, per curare nel migliore dei modi la salute delle ‘bestiole’ domestiche, quello di Bon Ton, per insegnare anche al cucciolo più indisciplinato le buone maniere, due corsi sugli aspetti legali, come le norme giuridiche esistenti a tutela degli animali, corsi sul comportamento animale, per insegnare al padrone come comprendere appieno il lato caratteriale del proprio cane o del proprio gatto. Il costo totale dei Corsi è di circa 20 euro, nulla paragonato alle esorbitanti tasse universitarie italiane. E un motivo c’è. L’Università per il Benessere degli animali non è, infatti, un altro dei tanti Atenei-fantoccio, nati con un mero fine speculativo: i suddetti Corsi ‘universitari’ non hanno valore legale. Alla fine del ‘ciclo di studi’, però, tutti i ‘laureati’ riceveranno un meritato attestato di “buon padrone”.

Google+
© Riproduzione Riservata