• Google+
  • Commenta
30 gennaio 2007

Scienze politiche: per formare gli ambasciatori e consoli di domani

La facoltà di Scienze Politiche è una di quelle facoltà che ti danno tantissimi modi di specializzarti, ma la sua vera funzionaliLa facoltà di Scienze Politiche è una di quelle facoltà che ti danno tantissimi modi di specializzarti, ma la sua vera funzionalità senza dubbio è lo studio della politica e delle sue istituzioni, ma queste istituzioni possono essere o con indirizzo nazionale o con indirizzo internazionale. Viene considerata una facoltà di secondo livello non perché sia più facile ma bensì perché non da nessuna qualifica particolare cioè ti dà una conoscenza di tutto, ma non specializza gli studenti in nessuna materia! Comunque non significa che sia più semplice delle altre, ma che ha in sé un’altra utilità, infatti da questa facoltà vengono formati coloro che formeranno il corpo diplomatico ed il corpo consolare, quindi coloro che dovranno rappresentare la diplomazia ed i diritti dei nostri concittadini che vanno all’estero per un periodo più o meno lungo. Non è facile andare in un altro paese e far valere i diritti ed i doveri della propria nazione.
Coloro che nella facoltà di scienze politiche prendono la specializzazione internazionale si devono studiare tre lingue e già questo è molto difficile, poi bisogna conoscere: il diritto internazionale, l’economia internazionale e tutto ciò che concerne l’ambiente estero perché il ragazzo una volta che ha la laurea, e riesce a vincere il concorso istituito dal ministero degli esteri, può successivamente, dopo un’ulteriore adeguata preparazione, partire per la destinazione scelta dal ministero e svolgere attività consolare o diplomatica. La carriera diplomatica si suddivide in due grandi tronconi: il primo è la parte diplomatica propriamente detta, che è costituita dall’ambasciatore con il suo seguito; ed il secondo troncone, è la carriera consolare costituita dal console con il suo seguito.
Il Corpo Diplomatico ha il compito di curare i rapporti diplomatici ed economici con il paese di destinazione. Questi lavoratori si spostano continuamente da un paese all’altro perché possono godere di un periodo di permanenza di appena quattro anni, dopo di che l’incarico può essere prorogato, altrimenti, ed è quello che accade più di frequente, vengono mandati ad altra destinazione.
Il Corpo Consolare si occupa invece della cura e della tutela dei concittadini che si trovano nel paese estero in cui tale organismo opera, si essi in quella nazione per una sosta di: brevissimo, breve, medio o lungo periodo. Inoltre il Corpo Consolare tratta anche gli interessi economici dei piccoli imprenditori che vogliono espandere i loro affari fuori dal nostro confine nazionale. Anche questi lavoratori si spostano spesso; infatti l’incarico si rinnova ogni otto anni almeno che non abbiano una proroga.
Vista l’enorme complessità dei compiti che spettano a chi si dedica a queste carriere si capisce subito il quanto sia importante e delicata la formazione che si svolge nella facoltà di scienze politiche. Facoltà dalla quale dipende in buona parte, la professionalità della vita diplomatica del nostro paese.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy