• Google+
  • Commenta
15 marzo 2007

Perugia: Ove per gl’antri infausti

Un concerto ed una mostra come omaggio e occasione per far conoscere i ‘tesori’ conservati nella Biblioteca del Dottorato. Le due iniziative sono in pUn concerto ed una mostra come omaggio e occasione per far conoscere i ‘tesori’ conservati nella Biblioteca del Dottorato. Le due iniziative sono in programma per domani, venerdì 16 marzo 2007, a Palazzo Murena, a partire dalle ore 17.30, e sono il frutto della donazione all’Università, da parte dell’Arcivescovo di Perugia monsignor Giuseppe Chiaretti, di un prezioso manoscritto musicale del Seicento che è andato a far parte del fondo antico della biblioteca dell’Ateneo perugino, custodito nella Sala del Dottorato.
La manifestazione, intitolata “Ove per gl’antri infausti”. Cantate del Seicento ed altre rarità musicali nella Biblioteca del Dottorato dell’Università degli Studi di Perugia” e organizzata dalla professoressa Biancamaria Brumana, si inserisce nell’ambito delle celebrazioni per il VII centenario dell’Università, che nel 2007 sono dedicate alla valorizzazione del patrimonio librario dell’Ateneo.
Domani, alle ore 17.30, nella chiesa dell’Università, dopo il saluto, nella chiesa dell’Università, del Rettore Francesco Bistoni, di monsignor Giuseppe Chiaretti e di Antonio Marinelli, presidente della Banca di Mantignana – Credito Cooperativo Umbro, si esibirà l’ensemble barocco “La Rosa dell’Umbria”, con Roberta Mameli (soprano), Renato Criscuolo (violoncello/basso di violino), Alessandra Iovino (clavicembalo); titolo del concerto “Orfeo ed altri miti classici nel manoscritto di cantate del Seicento donato all’Università”.
Seguirà, alle ore 19, nel chiostro dell’Ateneo, l’inaugurazione della mostra “Rarità musicali nella Biblioteca del Dottorato dell’Università”, curata dal dottor Gianfranco Cialini, che rimarrà aperta fino al 23 marzo 2007.

Google+
© Riproduzione Riservata