• Google+
  • Commenta
4 luglio 2007

Teramo: con la storia delle costituzioni parte “atelier 4 luglio”

Sarà dedicato alla storia delle Costituzioni il primo incontro organizzato dalla Facoltà di Scienze politiche e dal Dipartimento di StudSarà dedicato alla storia delle Costituzioni il primo incontro organizzato dalla Facoltà di Scienze politiche e dal Dipartimento di Studi giuridici, comparati, internazionali ed europei nell’ambito del progetto «Atelier 4 luglio “G.G. Floridia”», un laboratorio permanente di diritto e storia costituzionale organizzato in memoria di Giuseppe Floridia, il docente dell’Università di Teramo, studioso di diritto costituzionale, scomparso proprio il 4 luglio dello scorso anno. La data del 4 luglio scelta per la denominazione del progetto è, inoltre, legata alla Dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America – ratificata a Philadelphia il 4 luglio 1776 – alla quale Floridia aveva dedicato molti studi e pubblicazioni.
Il primo incontro si svolgerà giovedì 5 luglio, alle ore 10.00, nella Sala consiliare della Presidenza di Scienze politiche. Saranno approfonditi vari aspetti del costituzionalismo moderno: dalla storia e storiografia dell’amministrazione pubblica in Italia alla storia delle costituzioni, dall’ordinamento inglese alle esperienze confederali nel Nord America e al costituzionalismo americano.
Dopo i saluti del rettore dell’Università di Teramo, Mauro Mattioli, i lavori saranno aperti dal preside della Facoltà di Scienze politiche, Adolfo Pepe. Interverranno Maria Rosa Di Simone e Andrea Buratti, dell’Università Tor Vergata di Roma, Alessandro Torre, dell’Università di Bari, Francesco Bonini, Romano Orrù e Lucia Sciannella, dell’Ateneo di Teramo.
Il progetto «Atelier 4 luglio “G.G. Floridia”» prevede la creazione di un laboratorio di diritto e storia costituzionale dedicato all’analisi dei fenomeni giuridici e politico-istituzionali nella loro evoluzione temporale. Il laboratorio raccoglierà studi e ricerche in una prospettiva interdisciplinare, ponendo l’attenzione sul rapporto tra la fenomenologia giuridica e quella storico-politologica.

Google+
© Riproduzione Riservata