• Google+
  • Commenta
4 luglio 2007

Unimore: nuovo Preside Ingegneria di Modena

Nuovo Preside per la facoltà di Ingegneria di Modena. E’ il professor Giuseppe Cantore che dai colleghi ha ricevuto un mandato quasi plebiscitaNuovo Preside per la facoltà di Ingegneria di Modena. E’ il professor Giuseppe Cantore che dai colleghi ha ricevuto un mandato quasi plebiscitario. Entrerà in carica solo dal prossimo 1° novembre 2007 e condurrà la facoltà per un triennio, fino alla conclusione dell’Anno Accademico 2009/2010.

Sarà il professor Giuseppe Cantore a guidare dal 1° novembre la facoltà di Ingegneria di Modena. Il noto docente, già Vice Preside della medesima facoltà e che succede al professor Paolo Tiberio, il quale ha volontariamente rinunciato per motivi personali a ricandidarsi, resterà in carica per il triennio 2007/2008, 2008/2009 e 2009/2010.

In questo senso ha deciso il Consiglio di Facoltà, composto dai professori ordinari, associati e dai rappresentati dei ricercatori e degli studenti, che martedì 3 luglio 2007 è stato convocato per scegliere il successore.

Su 102 elettori aventi diritto, hanno partecipato alla votazione tutti i 68 presenti. Il risultato pressoché plebiscitario ha fatto convergere su Giuseppe Cantore 64 preferenze. Le schede bianche sono state due, mentre due voti sono andati al professor Paolo Tiberio.

Entrerà in carica solo dal 1° novembre 2007, quando ufficialmente inizierà il nuovo anno accademico 2007/2008.

“Nel rispetto della continuità e della sintonia con i miei predecessori – ha dichiarato il prof. Giuseppe Cantore – intendo porre al centro dell’attenzione mia e dei colleghi una sempre più alta qualità dell’offerta formativa, che caratterizzi da un lato sempre più le eccellenze raggiunte, per esempio, nel settore del Veicolo, dei Materiali e dell’Informatica (per citarne solo alcune) e ampli, dall’altro, le aree interessate dalla formazione, grazie all’avvio già programmato dell’Ingegneria Civile, che si aggiunge all’Ambientale, creando così un nuovo polo di forte valenza culturale. Un ulteriore punto di forza, lo volgiamo raggiungere nelle discipline delle Telecomunicazioni ed Elettroniche, Automatica in particolare, che devono sempre più integrarsi con quelle Meccaniche, per dare vita ad attività formative specifiche, che preparino sia l’ingegnere elettronico, sia quello meccanico, a coprire quei ruoli assai diffusi e richiesti dall’industria meccanica, elettronica e dell’automazione. Una facoltà a misura d’uomo, questa auspichiamo diventi per lo studente, che non si deve sentire un numero ma una persona da formare, educare e, se possibile, consigliare nel modo migliore nelle sue scelte”

CURRICULUM VITAE

Nato a Potenza il 24/12/1948 si è laureato con lode in Ingegneria Meccanica presso l’Università di Bologna il 27/7/1972. Ha svolto la sua attività sempre in ambito accademico, presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Bologna, prima come Borsista Ministeriale, poi come Assistente Ordinario alla Cattedra di Macchine, quindi come Professore Incaricato e Professore Associato dal 1983. E’ Professore Ordinario di Macchine presso la Facoltà di Ingegneria di Modena dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia dal 1/11/1994.
Già Vice Preside di Facoltà è Coordinatore Scientifico del corso di perfezionamento post-laurea Master in Ingegneria del Veicolo e Presidente della Sezione Emilia Romagna dell’ATA (Associazione Tecnica dell’Automobile). Membro SAE (Society of Automotive Engineers), fa anche parte del FPNI (Fluid Power Net International) ed è Consigliere d’amministrazione per l’Ateneo di Modena e Reggio Emilia in ASTER (Agenzia per lo Sviluppo e la Ricerca della Regione Emilia Romagna). Membro del Comitato Tecnico Scientifico del Net-Lab SIMECH sulla Simulazione Avanzata per il Veicolo nell’ambito del Distretto High – Mech dell’Emilia Romagna è, altresì, Coordinatore della Giunta Nazionale dei Professori di “Macchine e sistemi energetici”.
Sempre in ambito universitario è stato Presidente del Corso di Laurea di Ingegneria Meccanica della Facoltà di Ingegneria di Modena fino al 2006.
Ha svolto attività di ricerca dal 1974 ad oggi, continuativamente, prima presso l’Università di Bologna dove si è occupato, fino al 1994, di ricerche sperimentali sul flusso in canali curvi e diffondenti e di analisi numeriche per l’ottimizzazione di sistemi di conversione dell’energia ad elevata efficienza, con particolare riferimento ai gruppi combinati gas-vapore, anche per applicazioni cogenerative. Chiamato a ricoprire la cattedra di Macchine presso l’Università di Modena dal 1 Novembre 1994, ha dedicato la sua attività di ricerca al settore dei motori endotermici alternativi, con particolare riferimento alla modellazione e simulazione del ciclo di funzionamento, sia per motori ad accensione comandata che spontanea, nell’ambito soprattutto di collaborazioni di ricerca con le aziende del territorio.
E’ autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali e agli atti di congressi nazionali ed internazionali sui seguenti temi:
– macchine a fluido
– sistemi di conversione dell’energia ad elevata efficienza;
– motori a combustione interna;
– cogenerazione;
– macchine e componenti oleodinamici.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy