• Google+
  • Commenta
13 ottobre 2007

Donne ed Islam. Quali diritti?

Libertà. Per le donne musulmane una parola ancora sconosciuta. Accendere i riflettori su questa tematica fa bene a tutti noi. Ci fa ritornare
Libertà. Per le donne musulmane una parola ancora sconosciuta. Accendere i riflettori su questa tematica fa bene a tutti noi. Ci fa ritornare con la mente decenni or sono, quando anche nel mondo occidentale la donna era spesso oggetto di violenza e discriminazione a tutti i livelli della società. Ebbene oggi nel mondo islamico, la religione viene usata a pretesto per imporre una società maschilista che priva le donne di ogni diritto, le tortura e le nasconde dietro un velo ricco di ipocrisia. L’Università Statale di Milano, per mercoledì 17 Ottobre, alle ore 17 nella sala Napoleonica, ha organizzato un dibattito dal titolo “Donna, diritto e religione nell’Islam Mediterraneo”. Una discussione che metterà alla luce non solo i problemi che affliggono le donne in Medio Oriente, ma anche le piccole vittorie ottenute in questi anni dal popolo femminile in Nord Africa. Passi in avanti in materia di diritti. Certo, la parità è ancora molto lontana, ma segni di mobilitazione e protesta ci sono e fanno ben sperare per il futuro. Al dibattito parteciperanno il preside della Facoltà di Giurisprudenza della Statale; Janiki Cingoli, direttore del Centro Italiano per la pace in Medio Oriente, nonché la scrittrice Nacera Benali, autrice di “Scontro di Inciviltà”.

Google+
© Riproduzione Riservata