• Google+
  • Commenta
4 ottobre 2007

E’ uno studente di Verona il miglior laureato italiano in discipline scientifiche

E’ uno studente dell’ateneo di Verona il miglior neolaureato italiano in discipline scientifiche. Matteo Cavagna, 24enne, nato a Trento e laureato i
E’ uno studente dell’ateneo di Verona il miglior neolaureato italiano in discipline scientifiche. Matteo Cavagna, 24enne, nato a Trento e laureato in Biotecnologie Agro-industriali all’Università degli Studi di Verona, ha ricevuto mercoledì 3 ottobre a Palazzo Chigi, insieme agli altri vincitori, le congratulazioni del presidente del Consiglio Romano Prodi nella cerimonia di premiazione per la consegna dei diplomi dell’Alma Graduate School of Information Technology, Management and Communication di Bologna.
La proclamazione è avvenuta nell’ambito della terza edizione di Best2007, l’iniziativa della scuola post laurea per manager promossa dall’ateneo bolognese e rivolta ai 50 migliori neolaureati d’Italia, selezionati tra 3.107 candidati sulla base dei loro curriculum d’eccellenza. Il premio speciale della Giuria, offerto dal Gruppo Veronesi, per il miglior partecipante laureato in discipline scientifiche è andato a Matteo Cavagna, laureato in Biotecnologie con una tesi dal titolo “Selezione di lieviti per la produzione di vini spumanti ad elevato profilo aromatico”, che gli è valso il 110 e lode necessario per partecipare all’importante evento. I vincitori avranno la possibilità di usufruire di borse di studio per frequentare un Master all’Alma Graduate School in Business Administration per formare i manager del Made in Italy.
Il giovane biotecnologo è impegnato nell’ateneo veronese con una borsa di ricerca presso i laboratori di Microbiologia alimentare del Dipartimento di Scienze, Tecnologie e Mercati della Vite e del Vino (DiSTeMeV) e deve la sua formazione professionale a una cantina enologica trentina in cui si è impiegato sin dai tempi del tirocinio di quarta superiore, prima di diplomarsi perito chimico con il massimo dei voti.
Per Matteo il premio Best2007 è il riconoscimento per il duro lavoro svolto, ma non è l’unico bene prezioso che si porta a casa dall’esperienza bolognese. «È stato davvero un momento straordinario di crescita umana e professionale – ha sottolineato – non solo per l’incontro con importanti esponenti del mondo politico, accademico, dell’economia e della cultura ma anche per lo scambio e l’amicizia con i ragazzi che vi hanno partecipato. Un incontro fruttuoso di conoscenza e passione per lo studio e la Ricerca».

Google+
© Riproduzione Riservata