• Google+
  • Commenta
4 ottobre 2007

Finanziamenti all’università

La finanziaria appena approvata dalla maggioranza lancia una nuova speranza impiegatizia per i laureati italiani.
Gli stage in azienda, infatti,

La finanziaria appena approvata dalla maggioranza lancia una nuova speranza impiegatizia per i laureati italiani.
Gli stage in azienda, infatti, non dovrebbero più rientrare nella categoria “volontariato con possibilità di sfruttamento”. Il Governo ha proposto per gli studenti stagisti del Mezzogiorno una “paghetta” di 400 euro mensili e uno sgravo fiscale di 3 mila euro per le aziende che assumeranno regolarmente i neolaureati.
Certo non basterà a pagare l’affitto e a rendere indipendenti economicamente i laureati italiani, ma per lo meno allevierà quel senso di frustrazione che piega le aspirazioni di quanti si affacciano speranzosi sul mondo del lavoro.
In più all’Università italiana andranno 400 mln di euro, di cui 320 mln destinati all’Università e 80 mln alla ricerca. E arrivano già le prime linee guida del ministro Fabio Mussi che fa sapere che intende subito destinare 20 mln dei finanziamenti all’adeguamento dei fondi delle borse di studio.
Questi nuovi elementi probabilmente non risolveranno le forti lacune dell’ordinamento universitario italiano, ma sicuramente rappresentano un’inizio….almeno si spera!

Google+
© Riproduzione Riservata