• Google+
  • Commenta
23 ottobre 2007

Pisa: il rettore Marco Pasquali ha accolto una delegazione brasiliana

L´accordo quadro di cooperazione sottoscritto nel maggio scorso in Brasile dal rettore Marco Pasquali con l´Università Federale del Paran&agravL´accordo quadro di cooperazione sottoscritto nel maggio scorso in Brasile dal rettore Marco Pasquali con l´Università Federale del Paranà e con Itaipù Binazionale, società a capitale misto Brasile-Paraguay, ha avuto un importante sviluppo con la visita a Pisa di una delegazione dei due enti. “In questi giorni – spiega infatti il professor Roberto Spandre del dipartimento di Scienze dell´uomo e dell´ambiente, che è il coordinatore dell´accordo per l´Università di Pisa – sono state definite in forma congiunta le azioni da intraprendere nel corso del prossimo anno”.

La delegazione sudamericana era composta da sei membri: tre accademici e tre rappresentanti di Itaipù che hanno concordato con le autorità, i docenti e i ricercatori dell´Ateneo alcune azioni da portare avanti in maniera congiunta. “Intendiamo allargare l´accordo di cooperazione – continua Spandre – all´Università Nazionale di Asuncion, capitale del Paraguay, per raggiungere così un equilibrio regionale, dato che Itaipù è una società pubblica binazionale tra Brasile e Paraguay. Il secondo punto della nostra agenda è la realizzazione di un progetto interdisciplinare nel campo della sostenibilità e sviluppo territoriale, con la partecipazione delle nostre aree di Agraria, Medicina e Veterinaria e Scienze i cui progetti, già presentati separatamente, sono stati riuniti per avere maggior impatto”. L´Ateneo parteciperà inoltre alla creazione di una Scuola di Sapere e di Alta Formazione che si sta aprendo a Foz de Iguaçù, con il finanziamento e il patrocinio di Itaipù, l´UNEP, la UNESCO, l´Organizzazione degli Stati Americani e il GEF. In questa scuola sarà attivato anche un dottorato congiunto sullo sviluppo sostenibile e la gestione ambientale, con l´Università del Paranà, l´Università di Asunción e le Università regionali, e questo consentirà a due studenti per parte di recarsi nelle istituzioni partner per realizzare parte della loro tesi.

La delegazione di Itaipù, guidata da Spandre, ha raggiunto successivamente Bruxelles, su invito della Regione Toscana, per partecipare agli “Info Days” promossi dalla Commissione Europea. Oltre ai contatti con alcuni delegati della CE, nella sede della Regione Toscana sono state presentate le attività in corso nel bacino del Paranà che riguardano i settori dell´ambiente, del cambiamento climatico, dell´ecoefficienza, dell´ecologia economica, della formazione e della società. Tra i programmi più ambiziosi vi è “Cultivando Água Boa” (Coltivando Acqua Buona), basato sul principio etico-politico dello sviluppo sostenibile e strutturato in 18 sottoprogrammi, 70 progetti e 108 azioni di responsabilità socio-ambientale per realizzare attività nella gestione sostenibile dei bacini idrici, sostenibilità regionale, biodiversità, miglioramento delle condizioni sanitarie, monitoraggio e analisi ambientale, educazione ambientale, sviluppo del settore ittico, infrastrutture eco-sostenibili.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy