• Google+
  • Commenta
8 novembre 2007

Il Politecnico di Bari e Natuzzi lanciano “SOFAPACKER”

Dopo tre anni di stretta collaborazione tra il Politecnico di Bari e Natuzzi S.p.a. nasce SofaPacker, un nuovo software gestionale in grado di ottimiDopo tre anni di stretta collaborazione tra il Politecnico di Bari e Natuzzi S.p.a. nasce SofaPacker, un nuovo software gestionale in grado di ottimizzare la composizione delle unità di carico e di ridurre l’incidenza dei costi di trasporto sul costo totale del prodotto.

Unico nel suo genere, SofaPacker supera i limiti dei programmi attualmente presenti sul mercato e risponde perfettamente alle esigenze dei sistemi logistici integrati dell’azienda. Grazie a SofaPacker, divani, poltrone e complementi d’arredo possono essere stivati gestendo deformabilità e irregolarità delle loro forme, eliminando l’attività manuale di pianificazione dei piani di carico e sfruttando completamente la capienza di ogni mezzo di trasporto.
L’adozione del nuovo software rappresenta un passaggio innovativo verso due direzioni: la semplificazione del processo logistico e l’ottimizzazione del lavoro degli operatori, andando in tal modo ad incidere sensibilmente sulla riduzione dei tempi di consegna dei prodotti. Inoltre, l’utilizzo di SofaPacker garantisce migliori procedure di carico e consente di non intaccare la qualità dei prodotti durante il trasporto, migliorando così il servizio per il cliente finale.

Il sistema è da considerarsi un caso di successo nell’ambito della collaborazione “pubblico-privato” e, più specificatamente, “università-impresa”. Un sodalizio che ha permesso il raggiungimento di risultati di prestigio, sia in relazione alla ricerca svolta dal Project Team internazionale che ai risultati prestazionali del software.

I convincenti risultati ottenuti hanno naturalmente condotto l’azienda a confermare la collaborazione, come ha confermato Giuseppe Clemente (Direttore logistica del Gruppo Natuzzi) nell’annunciare l’avvio di un secondo progetto: «Abbiamo deciso di continuare questa stimolante ed efficace collaborazione, il nuovo progetto, che abbiamo chiamato NaDOS (Natuzzi Delivery Optimization System), sarà orientato all’implementazione di nuovi strumenti di Transportation Management».
Obiettivo generale del progetto NaDOS è la riduzione dei costi di distribuzione dei prodotti Natuzzi, da conseguire attraverso un software che – integrandosi al software SofaPacker già in uso presso l’azienda di Santeramo – ottimizzi le spedizioni e i percorsi di consegna.

«Solo attraverso un investimento costante in ricerca e innovazione» prosegue il manager della Natuzzi «sarà possibile superare, nel nostro territorio, i limiti derivanti dalla carenza di infrastrutture e servizi necessari allo sviluppo industriale».

Il prof. Salvatore Marzano – Magnifico Rettore del Politecnico di Bari – ha illustrato il nuovo gruppo di progetto: «Il team sarà coordinato dal DIMeG (Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Gestionale del Politecnico di Bari), si avvarrà delle competenze del Laboratorio di Knowledge Management del DIMeG, del DIKU (University of Copenhagen) e del Dipartimento di Ingegneria dell’Innovazione dell’Università del Salento, e come sempre vedrà la partecipazione attiva dei collaboratori della Natuzzi».
Il progetto verrà coordinato dal prof. Claudio Garavelli, docente del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Gestionale del Politecnico di Bari.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy