• Google+
  • Commenta
3 gennaio 2008

2007: temperature record. La media é stata vicina ai 16°C

Il surriscaldamento del pianeta, secondo gli esperti dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente dell’UniIl surriscaldamento del pianeta, secondo gli esperti dell’Osservatorio Geofisico del Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e dell’Ambiente dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, minaccia seriamente il globo per la velocità eccezionale con cui si sta attuando. Il bilancio del 2007 é tutt’altro che rassicurante. Per la città di Modena, presa a campione, quello trascorso é stato l’anno più caldo dal 1830. La temperatura media dell’annata 2007 é stata fra i 15.8 e i 16.0°C mentre quella del trentennio climatologico 1971-2000 è stata di 13.8°C, quindi molto inferiore ai valori attuali. Luca Lombroso così descrive la situazione odierna: “Ho iniziato a lavorare in Osservatorio nel 1987, allora si parlava di riscaldamento globale e cambiamento climatico antropogenico quasi solo fra gli esperti, e con la giusta prudenza, poi ho visto un susseguirsi di eventi che mai mi sarei aspettato di vedere in così pochi anni: il mite e siccitoso inverno 1988/89, la grande pioggia dell’ottobre 1990, temporali e nubifragi a ripetizione, e quindi via via l’anno più caldo nel 1994, ancora nel 1997 con un quasi bis nel 1998, quindi nel 2000, poi la terribile estate 2003 che fece di quello ancora un anno vicino al record. E ora, di nuovo, un anno record nel 2007. Ormai non ho più dubbi che il riscaldamento, locale e globale, è in corso come ho ben pochi dubbi sulla causa umana di questo fenomeno e per questo mi sto prodigando nella divulgazione delle problematiche del clima e dell’energia e io stesso con consapevolezza e coscienza della situazione sto cercando di auto-ridurre le emissioni e i miei consumi energetici”.

Google+
© Riproduzione Riservata