• Google+
  • Commenta
10 gennaio 2008

Catanzaro: due incontri patrocinati dall’Università sulle tematiche della riabilitazione

Si svolgerà giovedì 10 gennaio, a partire dalle ore 15 presso la Sala Consiliare di Palazzo De Nobili a Catanzaro, il primo incontro delSi svolgerà giovedì 10 gennaio, a partire dalle ore 15 presso la Sala Consiliare di Palazzo De Nobili a Catanzaro, il primo incontro del Gruppo Interregionale (Italia Meridionale) della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica (SIRN) sul tema “Riabilitazione e sclerosi multipla”.

L’incontro è patrocinato dall’Università Magna Graecia e vede tra gli organizzatori la Cattedra di Medicina Fisica e Riabilitazione dell’Ateneo, diretta dal Professor Maurizio Iocco.

Si tratta della prima manifestazione pubblica del Gruppo Interregionale dell’Italia Meridionale della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica che tratterà le condizioni di disabilità, molto spesso gravi e rilevanti, delle persone affette dalla Sclerosi Multipla. La malattia produce, infatti, danni con conseguenze funzionali che si riverberano su tutte le sfere di vita della persona colpita: da quelle relative alle attività motorie a quelle riguardanti le altre funzioni da quella vegetativa a quella comunicativa e cognitiva.

Alla discussione degli aspetti più importanti ed attuali di tipo riabilitativo è dedicato quest’incontro che vede presenti esperti dei vari campi della riabilitazione, operanti in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia.

Le relazioni verteranno sull’approccio riabilitativo nella sclerosi multipla, sui disturbi e le problematiche riabilitative, su neurofisiologia e disabilità, sui disordini cognitivi, sul trattamento della spasticità, sul ruolo della neurochirurgia nel trattamento farmacologico della spasticità.

Il confronto poi con l’Associazione dei Malati di Sclerosi Multipla permetterà di attualizzare e concretizzare i temi che emergeranno durante l’incontro scientifico.

Venerdì 11 e Sabato 12 gennaio, con apertura dei lavori alle ore 9 per entrambe le giornate, si terrà invece, presso l’Aula Giovanni Paolo II dell’Edificio dell’Area giuridica, economica e delle scienze sociali del Campus universitario di Germaneto, il quarto incontro della Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa (SIMFER) Calabria-Sicilia sulle “Tematiche attuali in Riabilitazione”.

L’incontro, patrocinato dall’Università Magna Graecia, sarà presieduto da Maurizio Iocco, segretario regionale SIMFER, e Francesco Cirillo.

L’appuntamento scientifico si inserisce nella consolidata consuetudine di confronto biennale tra i medici specialisti in Riabilitazione della Calabria e della Sicilia. I temi proposti in questa occasione sono stati scelti per la loro attualità e per la loro inerenza con le problematiche proprie della riabilitazione.

Innegabile il valore dell’uso della Elettromiografia (EMG), sia dal punto di vista diagnostico che terapeutico: la prima tavola rotonda in programma approfondirà, per questo motivo, la tecnica e l’utilizzo dell’Elettromiografia sia nella modalità ad ago che in quella con uso di elettrodi di superficie.

Il sistema di riabilitazione è anche coinvolto, per quanto riguarda il problema osteoporosi, nell’aspetto preventivo sia dell’evento che delle sue gravi complicanze e la seconda tavola rotonda cercherà di riproporre gli elementi che la cultura fisiatrica deve possedere ed affrontare in relazione a questa problematica.

La presenza di dolore, al centro della terza sessione dei lavori, è spesso un fattore limitativo delle possibilità di far avanzare un processo riabilitativo. Può pertanto riconoscere differenti cause ed avere significati differenti in differenti condizioni di disabilità, dipendenti da cause diverse.

La tavola rotonda su “Problemi e prospettive della riabilitazione in Calabria e in Sicilia” permetterà invece la reciproca conoscenza dei due differenti sistemi riabilitativi, con la possibilità di poter studiare una comune attività intesa a migliorarne l’efficacia.

La seconda giornata con le sue tre sessioni è dedicata allo studio di una problematica sempre più emergente. È innegabile, infatti, il notevole trend di crescita degli interventi di protesizzazione articolare e di quelli di ginocchio non meno di quelli d’anca.

Rispetto a questa tematica s’intende proporre uno studio sistematico di tutto il possibile percorso riabilitativo, a partire dal momento prechirurgico. Le tre sessioni di sabato hanno la finalità di delineare un concreto percorso riabilitativo che possa essere realmente condotto sia in Calabria che in Sicilia.

Google+
© Riproduzione Riservata