• Google+
  • Commenta
8 novembre 2008

Sapienza: incontro con Jim Waldo

Il 10 novembre alle ore 16.30 presso il CATTID, il Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche di Istruzione a Distanza, ci sar&ag
Il 10 novembre alle ore 16.30 presso il CATTID, il Centro per le Applicazioni della Televisione e delle Tecniche di Istruzione a Distanza, ci sarà un incontro con Jim Waldo, Sun Distinguished Engineer e Responsabile del Project Darkstar presso i Sun Labs. L’incontro è rivolto a tutti coloro, sviluppatori, studenti, tecnologi, ricercatori, che sono interessati ed affascinati dai giochi on line e dai mondi virtuali. Al centro dell’incontro ci sono due progetti di particolare importanza nel settore, il Darkstar e il Wonderland. Il primo è un’infrastruttura software progettata per semplificare lo sviluppo e la gestione di sistemi che devono garantire l’accesso contemporaneo di moltissimi utenti, come i giochi on line, i mondi virtuali e le applicazioni di social networking, consentendo agli sviluppatori di evitare i problemi tipici di questi sistemi come il sovraccarico di zona, la perdita di integrità dei dati e il sottoutilizzo dei server. Invece Wonderland è uno dei risultati più interessanti ed innovativi dei Laboratori di Ricerca Sun, i Sun Labs. Si tratta di uno strumento software, realizzato in modalità open source, per la definizione di realtà virtuali 3D. Esso consente di creare spazi di lavoro per individui, team o per intere aziende, e di condividere applicazioni, dati e documenti senza dover ricorrere ad altri strumenti di collaborazione. Il mondo creato da Wonderland dà luogo ad una modalità completamente nuova di collaborazione e ad una interazione sempre attiva tra gli utenti, a prescindere dalla loro ubicazione fisica. Condivisione, interazione, dimensione audio immersiva, social networking sono questi i nuovi paradigmi di una comunicazione svincolata dai limiti spazio-temporali. Il CATTID è una struttura centrale dell’Ateneo La Sapienza, istituita per realizzare validi supporti alla didattica attraverso l’utilizzo di metodi, tecnologie e strumenti innovativi. L’accesso all’incontro è libero e gratuito.

Google+
© Riproduzione Riservata