• Google+
  • Commenta
8 giugno 2010

Taormina Film Festival

Stupenda cornice architettonica e sfondo di numerosissimi eventi culturali dall’antica Grecia ai giorni nostri, nonchè 2300 anni di storia, il Teatro Antico di Taormina è, ancora una volta, lieto di accogliere il Taormina Film Festival, giunto ormai alla sua 56° edizione.

Dal 12 al 18 Giugno i resti di quella che è stata una fra le più fiorenti civiltà preserveranno la continuità fra presente e passato, ospitando astri della settima arte quale Robert De Niro, che proprio in questo mitico luogo riceverà il Taormina Arte Award, oltre a tenere una master class.

Saranno presenti anche ospiti d’eccezione come Emir Kusturika, regista bosniaco qualche anno fa acclamato per aver restituito dignità all’ ex capione del calcio con Maradona by Kusturica (l’autore è stato fra l’altro chiamato per una master class insieme ai colleghi Marco Bellocchio, Dario Argento e il produttore siciliano Francesco Alliata di Villafranca); presenti anche il grande stilista Valentino e l’attore inglese Colin Firth (A single man).

“Questo sarà l’anno più bello per Taormina da quando sono arrivata,” ha commentato Deborah Young, direttore del Festival per il quarto anno di seguito, “perché il Festival ha raggiunto l’altissimo livello a cui ha sempre aspirato, in un anno di grandi ospiti, film ed eventi che ricordano i tempi del suo splendore ma che tengono conto delle necessità di un festival moderno”.

Come ogni anno, sono previste 21 anteprime fra cui l’attesissimo Toy Story 3 (in 3D) diretto da Lee Unkrich, con le voci di Tom Hanks, Michael Keaton, Whoopi Goldberg (USA 2010). Il festival vanta inoltre il primato della prima proiezione in 3D all’aperto; tecnici della Disney stanno lavorando in loco per risolvere gli eventuali problemi.

Altre anteprime saranno Monsters diretto da Gareth Edwards, con Whitney Able e Scoot McNairy (UK 2010)-(Anteprima Internazionale); Finding Lenny diretto da Neal Sundstrom, con Barry Hilton, Russel Savadier (Sud Africa 2009) – (Anteprima Europea); Death at the Funeral diretto da Neil LaBute, con Zoe Saldana, Danny Glover, Chris Rock (USA 2010) – (Anteprima Italiana).

Ricordiamo ancora L’Imbroglio nel lenzuolo (The Trick in the Sheet) diretto da Alfonso Arau, con Maria Grazia Cucinotta, Geraldine Chaplin, Primo Reggiani, Ernesto Mahieux, Miguel Angel Silvestre, Gisella Volodi (Italia 2010) (Anteprima Mondiale); The Boys are Back diretto da Scott Hicks, con Clive Owen, Laura Fraser (Australia 2009) – (Anteprima Italiana); Wild Target diretto da Jonathan Lynn con Emily Blunt, Rupert Grint, Bill Nighy, Rupert Everett (Gran Bretagna / Francia 2010) – (Anteprima Internazionale).

La Spagna è il paese del Mediterraneo Ospite d’Onore e arriva sugli schermi di Taormina con 7 film, scelti dal critico Nuria Vidal e una rosa di corti scelti da Mario Serenellini.

Presenti per l’Omaggio alla Spagna saranno Victoria Abril, Isabel Coixet (Giuria Internazionale), Lola Dueñas e Alvaro Pastor a cui si aggiungono il regista Jorge Coira, che ha diretto il film scelto per rappresentare la Spagna nel concorso Mediterranea ed il suo attore Luis Tosar.

Oltre alla Spagna scenderà in campo anche il Brasile sciorinando 7 film presenti in concorso nella sezione Mediterranea.

Ma le sorprese non si esauriscono qui, infatti proprio nell’anno dei mondiali di calcio il Festival dedica una sezione al suddetto sport per celebrare il legame che ha sempre unito cinema e sport: “Il Cinema nel pallone“, in collaborazione con La Gazzetta dello sport.

Il premio Fondazione Roma Mediterraneo Award For Dialogue Between Cultures verrà assegnato ad Emir Kusturika, il premio Città di Taormina andrà allo stilista Valentino.

Infine i Taormina Arte Award saranno consegnati a cinque dei più grandi innovatori della storia del cinema nonchè Marco Bellocchio (12 giugno), Robert De Niro (13 giugno), Jafar Panahi (15 giugno), Colin Firth (17 giugno) e Francesco Alliata di Villafranca (18 giugno).

Il Taormina Arte Award a Jafar Panahi sarà consegnato in absentia, dato che Panahi, rilasciato dalla prigionia dalle autorità iraniane alla fine di maggio, è ancora sprovvisto del proprio passaporto. A ritirare il premio al suo posto sarà Fatemeh Motemad-Aria (Reyhaneh, Gilane e Men At Work).

Serena Calabrese

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy