• Google+
  • Commenta
15 agosto 2010

Collegi universitari italiani

I Collegi universitari legalmente riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca rappresentano nel panorama dell’istruzione superiore italiana una risorsa strategica per il conseguimento di obiettivi di qualità nell’apprendimento e nella formazione degli studenti.

Trattasi di istituzioni di natura giuridica privata, che esercitano funzioni di interesse pubblico, contribuendo ad ampliare l’offerta formativa universitaria mediante la realizzazione di progetti educativi destinati alla crescita intellettuale, professionale e umana degli studenti.

Ogni collegio propone un progetto educativo, il più possibile personalizzato e concepito in stretta collaborazione con docenti e istituzioni universitarie, per permettere a ciascuno studente di costruire consapevolmente il proprio curriculum, aprendosi a una cultura interdisciplinare, che sviluppi al massimo le sue potenzialità, e a una vita sociale di relazione.

I punti di forza dei Collegi legalmente riconosciuti sono infatti:

-* interdisciplinarietà dell’ambiente;
-* ricchezza culturale derivante da una vivace comunità intellettuale;
-* apprendimento delle regole della convivenza e delle relazioni sociali;
-* qualità della residenzialità e dei servizi;

Le attività sono prevalentemente svolte nell’ambito di strutture a carattere residenziale, nelle quali sono anche assicurati servizi tesi a facilitare il raggiungimento del titolo di studio universitario nei tempi previsti e a favorire la crescita libera e responsabile della persona.

Si garantisce inoltre sostegno agli studenti bisognosi e meritevoli, ampliando in tal modo le possibilità di accesso agli studi superiori.

Grazie a questo programma, sono garantite agli studenti condizioni favorevoli per ridurre gli abbandoni e conseguire il titolo universitario in tempi brevi e con i migliori risultati.

Il rapporto con il Collegio non viene meno neanche dopo la laurea, grazie alla presenza di Associazioni Alunni (o ex Allievi) che sostengono l’attività culturale dei Collegi e favoriscono sia l’orientamento che l’inserimento nel mondo del lavoro.

Enti riconosciuti:

-* Almo Collegio Borromeo – Pavia (PV)
-* Associazione CUIR – Roma (RM)
-* Collegio di Milano – Milano (MI)
-* Collegio Ghislieri – Pavia (PV)
-* Collegio Nuovo – Fondazione Sandra e Enea Mattei – Pavia (PV)
-* Collegio Universitario “Don Nicola Mazza” – Padova (PD)
-* Collegio Universitario “S. Caterina da Siena” – Pavia (PV)
-* Collegio Universitario ARCES – Palermo (PA)
-* Collegio Universitario di Torino “Renato Einaudi” – Torino (TO)
-* Fondazione CEUR – Bologna (BO)
-* Fondazione Collegio San Carlo di Modena – Modena (MO)
-* Fondazione Comunità Domenico Tardini – Roma (RM)
-* Fondazione Rui – Roma (RM)
-* I.P.E. – istituto per ricerche ed attività educative – Napoli (NA)

Nel 1997 i Collegi universitari legalmente riconosciuti decisero di costituire un organo che li rappresentasse all’esterno e che svolgesse funzioni di coordinamento e di promozione di azioni comuni. Nacque così la Conferenza permanente dei Collegi Universitari legalmente riconosciuti (C.C.U.) www.collegiuniversitari.it.

Chiara Marcelli

Google+
© Riproduzione Riservata