• Google+
  • Commenta
15 agosto 2010

Indispensabile un confronto costruttivo su Università e Ricerca:

Il professore Bartolomeo Azzaro, pro-Rettore per lo Sviluppo delle Attività Formative e di Ricerca dell’Università degli Studi “La Sapienza”,aveva trasmesso al Presidente della Repubblica la lettera firmata dai coordinatori della “Rete 9 Aprile – Ricercatori per una Università Pubblica Libera Aperta” nella quale venivano esposti vari problemi relativi al mondo dell’Università e della Ricerca.

Le questioni concernevano in particolare il Disegno di Legge n.1905 ed in risposta a queste, Giorgio Napolitano ha scritto una lettera-indirizzata al professore Azzaro– affermando l’esigenza per il ddl università,di un «un costruttivo confronto in Parlamento». Ha ribadito innanzitutto,che Università e Ricerca sono fondamentali per la crescita economica e lo sviluppo culturale e civile del Paese.

Nella lettera, infatti, il Presidente ricorda che ha sempre guardato con attenzione al settore dell’ Università e della Ricerca e che durante l’inaugurazione a Trieste della nuova sede della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati, affermò a tale riguardo come la “legge di riforma e dotazione adeguata di risorse per il funzionamento dell’università e della ricerca siano due facce della stessa medaglia”.

Nel pensiero di Napolitano,spicca l’esigenza di una riforma come anche di salvaguardare la spesa pubblica per investimenti, in modo particolare quelli per la ricerca e per l’alta formazione. Apprezza l’impegno del Ministero dell’Economia ad affrontare seriamente il problema del fondo di finanziamento dell’Università ed auspica un costruttivo confronto che guardi al merito delle questioni e all’interesse del Paese.

Il Presidente decise infine di inviare al Ministro Gelmini copia della lettera ricevuta,sicuro che in tal modo ad essa sarebbe stata data l’attenzione che meritava. Oltre a questo testo,Napolitano invio’anche la lettera dei sottoscrittori dell’Appello per gli Statuti Autonomi degli Enti Pubblici di Ricerca, trasmessogli dal professore Rino Falcone del Coordinamento Osservatorio sulla Ricerca.

Dunque,con questo suo intervento il Presidente ha sottolineato l’importanza di un confronto in Parlamento come fondamentale per l’università e la ricerca,rispondendo con la sua lettera ai tanti messaggi di preoccupazione delle persone-ricercatori ed il mondo universitario in generale-contrarie alla riforma. Inoltre, Napolitano ha toccato uno degli argomenti più dibattuti, ovvero i fondi da destinare alla ricerca e al mondo universitario.

Roberta Nardi

Google+
© Riproduzione Riservata