• Google+
  • Commenta
30 ottobre 2010

De Andrè tra musica e poesia

Succede che anche la musica, non solo la storia, può essere magistra vitae. Le note e le parole di Fabrizio De Andrè hanno molto da insegnare. Il più grande cantautore italiano attraverso la musica ha dipinto la società e denunciato le sue contraddizioni.

Il testamento: De Andrè tra Musica e Poesia. È un convegno che si terrà all’Università di Salerno nel teatro d’Ateneo il 5 novembre alle ore 10.00. Con lo scopo di rileggere, studiare e riascoltare le più belle canzoni di De Andrè.

Il professor Carlo Chirico, docente di letteratura italiana sarà presente con il suo intervento “Ascendenze da grandi poeti nella canzone di De Andrè.” L’attore Massimo Milo invece con “trasformare una canzone in poesia: La canzone dell’amore perduto.”

A rendere omaggio alla musica del cantautore ci sarà anche il gruppo Coda di Lupo che, dopo l’intervento del chitarrista Francesco Busco, si esibirà nell’esecuzione di Sally, Bocca di Rosa, La canzone di Marinella e tanti altri successi.

Rosy D’Elia

Google+
© Riproduzione Riservata