• Google+
  • Commenta
2 giugno 2011

Università della Calabria: un sogno interrotto

L’Università della Calabria è figlia di un sogno, di un progetto ambizioso, di una volontà: offrire l’opportunità ai giovani calabresi di studiare nella propria terra e di investire energie, risorse e competenze nel contesto sociale di origine. Su queste colonne è nata a metà degli anni Settanta, l’Università della Calabria. Una visione dunque, lungimirante e proiettata nel futuro che puntava a rompere le catene dell’ignoranza e a preparare una nuova classe dirigente e sociale che potesse prendere per mano la Calabria e condurla ad uno sviluppo rapido e paritario.

Se si osserva la società calabrese dell’epoca, emerge un’altra ragione, una speranza riposta nell’Ateneo, ossia l’opportunità di riscatto delle masse. All’epoca la società calabrese, era ancor più di oggi, rurale, contadina, frutto di aspre fatiche e sudori e prigioniera di schemi quasi tribali e feudali. Pertanto se si nasceva poveri le possibilità di studiare e costruirsi un futuro prospero erano ridotte al lumicino, poiché occorreva spostarsi dalla regione e non sempre le famiglie avevano l’opportunità di supportare i costi del mantenimento della prole fuori dalla Calabria. Si perpetrava, anche in questo settore l’antico dominio del padrone ricco che al contrario, visti i suoi notevoli mezzi di ricchezza poteva garantire al figlio un alto grado di istruzione.

Se si guarda alla situazione attuale, a distanza di oltre trent’anni dalla nascita dell’ateneo calabrese si può affermare con certezza che queste colonne sono ancora in piedi? Si può sostenere che il progetto iniziale è stato realizzato?
La risposta è positiva sotto certi aspetti. Infatti, oggi, al di la dell’estrazione sociale, quasi tutti, hanno l’opportunità di iscriversi all’Università calabrese. Studiare nella propria regione comporta sacrifici meno onerosi e quindi le famiglie, possono con minore dispendio economico, provvedere alle esigenze dei figli che studiano.

Questo è un grande vantaggio. Inoltre, si può tornare con più frequenza in famiglia e godere dell’affetto dei propri cari. Tuttavia, il sogno originario è parzialmente realizzato. Ill volo di riscatto sociale è un volo a metà.
Chi studia in Calabria infatti per mancanza di lavoro è costretto a spostarsi nelle metropoli del nord Italia o addirittura all’estero, si assiste inoltre ad un totale disinteressamento nei confronti della cultura e delle conoscenze dei giovani, perciò le risorse utili a riscattare questa terra, svaniscono, si perdono in mille rivoli, si spostano altrove e la Calabria continua a morire giorno dopo giorno.

A ciò si aggiunge un ulteriore spunto di riflessione: vi è una fascia di studenti, che ancora tutt’ora risente delle condizioni economiche precarie che a fatica riesce mantenersi negli studi e spesso, questi ragazzi, vengono lasciati soli al loro destino, senza interesse reale delle istituzioni.

Le ragioni di questa situazione sono da imputare probabilmente ad un semplice dato di fatto, ossia, che l’università è specchio della società.
La Calabria è ai margini del progresso sociale ed economico, con redditi medi al di sotto nettamente della media nazionale ed europea, affetta dal male atavico della rassegnazione, della sfiducia e prigioniera di un modello di vita egoistico ed individualistico spinto all’eccesso.

Ci si preoccupa poco delle condizioni dei più disagiati, ognuno coltiva il proprio interesse e lo stato continua a disinteressarsi della grave situazione in cui la regione versa. Ecco perché il sogno di riscatto e di costruzione di una nuova leva in grado di risollevare e far prosperare la Calabria è un sogno interrotto, un volo a metà.
L’ Università non sfugge a questo meccanismo e per quanto indossi la veste, di luogo di cultura non è un luogo astratto. E’ formato da persone provenienti dalla società e quindi rispecchia quella che è la Calabria.

Vincenzo Amone

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy