• Google+
  • Commenta
27 agosto 2011

Conan the Barbarian

Il 18 agosto è uscito nelle sale italiane l’attesissimo film del regista tedesco Marcus Nispel incentrato sul personaggio nato dalla fantasia dello scrittore Robert Ervin Howard e reboot della pellicola di John Milius, Conan il barbaro (1982), opera mitica per più di una generazione che fece la fortuna di Arnold Schwarzenegger.

Ancora una volta la trama si sviluppa attorno alla fame di vendetta del protagonista nei confronti di chi ha ucciso un membro importante della sua famiglia.

Questo progetto rappresenta l’ennesimo tentativo di dare nuova linfa ad una saga cinematografica del passato per far si che una rinnovata e più larga fetta di pubblico si avvicini a questi personaggi e li segua negli episodi successivi che immancabilmente approderanno sul grande schermo (Batman Begins (2005) di Nolan e Venerdì 13 (2009) dello stesso Nispel sono due tra i reboot degli ultimi anni che hanno avuto più successo).

Per fortuna il film di Nispel riesce a trovare una sua dimensione personale discostandosi quasi totalmente dalla pellicola dell’82, prediligendo un ritmo forsennato e dedicando un’attenzione particolare ai combattimenti corpo a corpo che risultano splendidamente coreografati e realistici. Il risultato è un prodotto apprezzabile che non annoia e che tiene alta l’attenzione dello spettatore dalle prime forti immagini senza tradirne le aspettative.

Naturalmente fare un confronto con il film di Milius è impossibile. In questa nuova versione manca tutta quell’epicità fatta di paesaggi sconfinati e silenzi interrotti dallo sferzare del vento che era tipica delle pellicole fantasy anni 80. Nispel punta tutto sulla velocità ed il cozzare continuo di spade e armature, e non concede allo spettatore un attimo di riposo (J. J. Abrams col suo Star Trek (2009) ha fatto più o meno la stessa scelta registica).

Jason Momoa nella parte del protagonista appare perfetto. Il suo personaggio, pur non avendo la fisicità unica del caro e vecchio Arnold, riesce a non essere banale e a non scadere nello stereotipo nonostante le sue espressioni facciali siano decisamente limitate a sguardi torvi e denti digrignati.

Molto buona l’interpretazione di Stephen Lang (Avatar (2009)) nel ruolo dell’antagonista Khalar Zym che riesce nell’arduo compito di raccogliere l’eredità del maestro James Earl Jones, il malvagio Thulsa Doom che nel film con Schwarzenegger aveva gli occhi di ghiaccio e i capelli del cantante dei Journey.

La presenza all’inizio della storia di Ron Perlman che presta il volto al padre di Conan basta per far volare l’intera pellicola ben al di sopra della sufficienza.

Il più grande merito che va riconosciuto al regista è quello di non aver imbevuto le immagini di effetti speciali generati al computer come forse ci si poteva aspettare dalla visione del trailer, preferendo restare cosi ben ancorato al reale.

Qualche buco di sceneggiatura a parte, il film può essere considerato una piacevole sorpresa in un periodo in cui ad Hollywood il genere fantasy avventuroso sembra sfornare prodotti più o meno tutti uguali.

Voto: 7,5

Titolo Originale: Conan the Barbarian

Paese / anno: USA / 2011

Regia: Marcus Nispel

Sceneggiatura: Thomas Dean Donnelly, Joshua Oppenheimer, Dirk Blackman, Howard McCain, Sean Hood

Fotografia: Thomas Kloss

Montaggio: Ken Blackwell A.C.E.

Scenografia: Chris August

Costumi: Wendy Partridge

Colonna sonora: Tyler Bates

Produzione: Millennium Films

Distribuzione: 01 Distribution

Durata: 105 minuti

Data di uscita: 18 agosto 2011

Interpreti: Jason Momoa, Stephen Lang, Rachel Nichols, Rose McGowan, Ron Perlman

Gabriele di Grazia

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy