• Google+
  • Commenta
2 agosto 2011

“L’Allegoria dell’Italia” vince il Premio di pittura “Città di Pizzo”

A Pizzo (VV) si è svolta di recente una delle manifestazioni più longeve del sud Italia, il Premio pittura “Città di Pizzo”, cointestato, dal 2010 a Diana Musolino colei che, rivestendo la carica di sindaco nel 1954, ideò questo premio che ancora oggi sta riscuotendo grandissimo successo.Sabato 30 luglio si è svolta, a Pizzo (VV), la 57^ edizione del Premio di pittura “Città di Pizzo” 2011 “Diana Musolino”. La manifestazione, che è una delle più longeve del sud Italia, ha visto partecipe 68 pittori e 138 opere. Il premio, un trofeo d’argento dell’orafo Gerardo Sacco, è stato assegnato a Liliana Condemi, Docente di discipline pittoriche, per l’opera “L’Allegoria dell’Italia”.

Alla mostra, che rimarrà aperta al pubblico fino al 10 agosto, con ingresso libero, sono esposti, fuori concorso: dipinti e sculture di quindici maestri, ordinati dal maestro Giuseppe Farina, direttore artistico del Premio Pizzo e i disegni degli allievi delle scuole elementari e medie della cittadina che, durante l’anno scolastico 2010/2011, hanno partecipato al concorso di disegno stabilito dall’Associazione Diana Musolino.

Oltre alla vincitrice, la giuria, composta dal Critico d’Arte Luigi Tallarico; dal Presidente dell’Associazione Premio Pizzo, Maria Angela Parini che ha aperto i lavori ed ha sottolineato l’importante ruolo che il premio riveste nella città di Pizzo; dal Direttore artistico del Premio Giuseppe Farina, dallo Scultore Silvio Amelio e dalla Gallerista Teresa Purificato, ha voluto premiare: l’Istituto Magistrale “Tommaso Campanella” di Lamezia Terme per una ricerca sui 150 anni dell’Unità d’Italia, la Casa editrice Rubbettino, con una targa d’oro, per la grande opera che svolge dal 1972 in favore della valorizzazione dell’identità calabrese, alla quale associa una precisa attenzione verso la cultura italiana ed europea.

Un riconoscimento speciale, invece, è andato ad alcuni artisti come Domenico Mendicino per le sue fotografie artistiche, a Luigi “Gino” Lepore per “Incontro a Teano”, a Giuseppina Scuteri per le opere su vetro “Angeli e Diavoli” e “Pietre, gioielli preziosi del cosmo”.

Alla cerimonia è stata anche ricordata, da Saverio Musolino, che ha introdotto i lavori, la figura di Benedetto Musolino, patriota calabrese che fu inviato da Garibaldi in Calabria per aprire la strada alla spedizione dei Mille.

Un importante dibattito ha caratterizzato la manifestazione, il quale ha visto l’intervento del presidente della provincia di Vibo Valentia, Francesco De Nisi; della giornalista e scrittrice Adele Cambria che ha ricordato il suo legame storico con Pizzo, Tere Jaramillo pittrice che ha parlato di Diana Musolino, colei che ideò la manifestazione nel 1954, quando rivestiva la carica di sindaco di Pizzo e l’ex sindaco Sammarco, che ha sottolineato, anch’egli, l’importanza del premio per la città di Pizzo.

Il Presidente della fondazione Carical, Mario Bozzo, che ha tagliato il nastro alla cerimonia, ha confermato l’impegno di quest’ultima nell’accompagnare la manifestazione anche in futuro.

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy