• Google+
  • Commenta
14 settembre 2011

Incrementati posti nell’insegnamento

Riunione a Palazzo Chigi alla presenza del vicepresidente della Camera, il ciellino Maurizio Lupi, del sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, del Ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini . Al centro vi è l’accesso alla professione di insegnante.

Ricordiamo che in queste ultime settimane Lupi ha raccolto le firme per incrementare il numero di insegnanti giovani nel corpo docente italiano, con polemiche avute col Ministro Gelmini, le quali, con le soluzioni sotto elencate, si sono placate.

Il Ministero dell’Istruzione, Dell’Università e Della Ricerca ha invitato gli UU.SS.RR a favorire il coinvolgimento delle Istituzioni Scolastiche con incontri fra i rettori delle scuole (o loro delegati) e i dirigenti scolastici delle scuole secondarie di primo grado o secondo grado. Attivati progetti dei corsi di TFA transitori, ovvero il corso abilitante all’insegnamento istituito dalle università.

La situazione prima della riunione, vedeva posti disponibili all’insegnamento pari a 10.285 unità. Unità che è stata incrementata di 3.000 posti riservati ai TFA con un totale di 13.285 posti per l’insegnamento nelle Scuole secondarie di I e II grado per l’a.a. 2011/12.

Aumentati dunque i posti per l’insegnamento, con la proposta di svecchiamento della classe dei docenti sopratutto al Sud Italia. Dopo le polemiche di questi giorni sui tagli del personale nelle scuole, un comunicato dell’Ufficio Stampa del Miur del 10 settembre 2011 informa che l’onorevole Maurizio Lupi e i firmatari di hanno ricevuto risposto dal Ministro Gelmini sulle critiche mosse ai Tirocini Formativi Attivi Transitori:

Come risulta dai dati pubblicati il giorno 8 settembre sul sito del MIUR, i posti disponibili erano già pari a 10.285. Sono stati implementati di ulteriori 3.000 posti riservati ai TFA per le Scuole superiori, per un totale di 13.285 posti per i soli TFA transitori, finalizzati al conseguimento dell’abilitazione all’insegnamento nelle Scuole secondarie di I e II grado per l’a.a. 2011/12.

Si prospetta dunque una situazione più favorevole, che tiene conto anche delle esigenze dei giovani. I numeri dei posti che saranno assegnati risulteranno, infatti, dall’incrocio tra quelli pubblicati dal MIUR e l’offerta formativa formulata dalle università. Il Ministero solleciterà i comitati regionali di coordinamento affinché recepiscano l’offerta formativa degli atenei e valutino la congruenza didattica delle proposte.

Il Nord Italia presenta una percentuale di docenti più giovane rispetto agli insegnanti delle regioni del Sud, e sarà proprio il Mezzogiorno nei prossimi anni ad assumere personale docente giovane. Dalla nota del Ministro, ora le due parti (Lupi e Gelmini) sono soddisfatte entrambe.

La ventata di novità portata ora in Italia, sarà il “potere” universitario che influirà la decisione di quanti posti aprire all’abilitazione anno per anno.

Non mancano i colpi inflitti al Ministro da parte del Presidente dell’Italia dei Valori Antonio Di Pietro, il quale ha affermato che «dalla Gelmini è stato dato un colpo mortale alla scuola»

«La riforma Gelmini – ha continuato Di Pietroha inflitto tagli indiscriminati al personale, riducendo il numero degli insegnanti di sostegno e moltiplicando le classi-pollaio. Un Paese che non investe sull’istruzione e sulla ricerca è un Paese destinato al declino. Questo governo, che ci sta portando verso il baratro e che vuole scippare il futuro a milioni di giovani, vada a casa».

Non è mancata la risposta del giovane Ministro, che in un’intervista a La Stampa ha dichiarato :

«Credo che la crisi che stiamo vivendo sia drammatica, e che sacrifici siano stati imposti a tutti i settori, non solo alla scuola. Ma, detto questo, si leggono autentiche leggende metropolitane, come la storia delle classi pollaio.

Sembra che in Italia ci siano solo classi con più di trenta alunni! Sa quante sono, in realtà, le classi con più di trenta alunni? 2.108 su 250.000, lo 0,6 per cento».

Danilo Ruberto

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy