• Google+
  • Commenta
8 dicembre 2011

L’On. Iannuzzi:”E’ stata approvata definitivamente la Proposta di legge del PD”

La Camera dei Deputati ha approvato ieri all’unanimita’ e definitivamente (con 467 voti favorevoli ed un solo astenuto) la proposta di legge in tema di giudizi di opposizione a decreto ingiuntivo Si e’ cosi’ posto rimedio, sia per i giudizi in corso che per quelli futuri, alla grave situazione di difficolta’ e di incertezza nella interpretazione e nella applicazione delle norme processuali, determinata dalla sentenza delle Sezioni Unite della Corte di Cassazione n. 19246 del 9 settembre 2010 che ha stravolto la giurisprudenza univoca e consolidata da sessanta anni della stessa Cassazione, formatasi fin dagli Anni cinquanta.

Tale pronunzia del settembre 2010 ha fissato il principio che per tali giudizi, anche quelli pendenti da anni ed anni e che sono migliaia e migliaia, il termine per la costituzione in giudizio sarebbe sempre ridotto alla meta’ di quanto finora previsto nella prassi ed in giurisprudenza.

Sarebbero di conseguenza dichiarate tardive tantissime costituzioni in giudizio, pure avvenute nel pieno rispetto della interpretazione assolutamente pacifica. Cosi’ si estinguerebbe e sarebbe mandato al macero un enorme numero di processi in corso, spesso di valore economico assai rilevante, con un pregiudizio molto pesante.

La questione ha risvolti non solo giuridici e processuali, ma determina una grave lesione delle garanzie costituzionali del giusto processo e del legittimo affidamento del cittadino, pregiudicando la certezza delle situazioni economiche e rischiando di creare danni gravissimi ad un gran numero di cittadini e di operatori economici. Per queste ragioni si e’ reso necessario un intervento legislativo per definire la normativa per il futuro, nonche’ per regolare con una norma interpretativa le situazioni gia’ processualmente in itinere.

In tal senso l’on. Tino Iannuzzi, Deputato del PD, aveva presentato con i Colleghi di Partito gli on.li Cavallaro, Orlando, Rossomando e Tenaglia una specifica proposta di legge alla Camera, mentre al Senato erano state formalizzate due proposte di cui l’una di 13 senatori dei diversi gruppi (primo firmatario sen. Caruso) ed una del PDL (senatori Berselli e Cardiello).

E’ stato cosi’ approvato al Senato il 13 aprile 2011 un testo unificato, che modifica a regime e per il futuro l’articolo 645 del codice di procedura civile e fornisce una interpretazione autentica dell’articolo 165 del c.p.c.; cosi’ per tutte le opposizioni a decreto ingiuntivo in corso e pendenti viene eliminato l’effetto negativo e profondamente ingiusto della sentenza della Cassazione.

L’ on. Iannuzzi ha seguito tutto l’iter parlamentare dapprima con il sen. Galperti, rappresentante del PD in Commissione Giustizia del Senato, e poi alla Camera in Commissione Giustizia e rendendo la dichiarazione finale di voto ieri in Aula per il gruppo PD.

“Si tratta – ha dIchiarato Tino Iannuzzi- di una legge urgente ed indispensabile per evitare che la sentenza della Cassazione produca danni enormi ed ingiusti a tantissimi cittadini ed imprenditori, che verrebbero così privati, dal mattino alla sera, di ogni giustizia, con conseguenze molto pesanti e negative anche nel Salernitano ed in Campania. Fra l’altro in molti casi i giudizi pendenti riguardano questioni sollevate da cittadini nei confronti di BANCHE, ASSICURAZIONI e SOGGETTI GESTORI di contratti di massa.

Non si puo’, con improvviso mutamento di orientamento giurisprudenziale, travolgere una marea di processi che attendono da tempo la giusta soluzione ed esigono finalmente una decisione nel merito. Su questa vicenda importante e precisa e’ stata la posizione assunta fin dall’inizio dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Salerno.

E’ questo un buon esempio di legislazione che risolve con equilibrio e serieta’ una questione cosi’ delicata e di rilevanza nazionale – che ha suscitato forte preoccupazione anche in tanti settori della Magistratura di Merito e della stessa Cassazione- e che trae origine da una collaborazione leale e proficua con il mondo forense salernitano, dando vita ad una nuova legge giusta e puntuale che pone fine a devastanti incertezze, confusione ed oscillazioni di decisioni, tutto a danno della certezza del diritto e della tutela dei diritti del cittadino.

Serena Valeriani

Google+
© Riproduzione Riservata

Copyright © 2004-2015 - Reg.Trib. Salerno n°1115 dal 23/09/2004 | CF: 95084570654 - P.IVA 01271180778

Magazine di informazione su Scuola, Università, Ricerca, Formazione, Lavoro
Attualità, Tendenza, Arts and Entertainment, Appunti, Web TV e Web Radio con foto, immagini e video.
Tutto quello che cercavi e devi sapere sui giovani e sulla loro vita.

Redazioni | Scrivi al direttore | Contatti | Collabora | Vuoi fare pubblicità? | Normativa interna | Norme legali e privacy | Foto | Area riservata |

Per offrirti la migliore esperienza possible questo sito utilizza cookies.
Continuando la navigazione sul sito acconsenti al loro impiego in conformità della nostra Cookie Policy